Trapani – SPI CGIL: 41 milioni di euro dalla UE perl’assistenza domiciliare degli anziani in Sicilia

L’assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti
si può finanziare con i fondi europei ma occorrono i progetti da
parte dei comuni. È quanto emerso dal convegno tenutosi questa
mattina, lunedì 20 maggio, all’hotel Vittoria di Trapani e
organizzato dal Sindacato Pensionati Italiani della CGIL. Alla
regione Sicilia l’Unione Europea ha destinato 104 milioni di euro
di cui 41 sono già stati stanziati: per utilizzarli occorre però
che i comuni si attivino per la redazione dei progetti
al fine di vedersi attribuite le singole tranches di finanziamento.

A tal proposito lo SPI ha già incontrato il Sindaco di Trapani:
sono 1,2 milioni di euro i fondi stanziati per il distretto socio
sanitario di Trapani. Nei prossimi incontri lo SPI incontrerà il
Sindaco di Castelvetrano (per il distretto del quale sono stanziati
619mila euro) e il Sindaco di Alcamo (657mila euro stanziati per
questo distretto). Inoltre, lo SPI prevede di affrontare con il
nuovo governo il tema di una piû corretta parametrizzazione delle
pensioni e del rinnovo della legge sulla non
autosufficienza.