Trapani senza assistenti per l’igiene, difficoltà per i disabili a scuola

Niente servizio igienico personale presso le scuole di Trapani. La comunicazione arriva direttamente dall’Amministrazione comunale di Trapani che ha ritento doveroso fare chiarezza sul mancato avvio.

“Da tempo e per tempo abbiamo trasmesso ai Dirigenti Scolastici le procedure che avremmo adottato in conseguenza del parere del CGA n 115 del 8/5/2020 – spiegano il sindaco Giacomo Tranchida e l’assessore Enzo Abbruscato – con il quale è stato definitivamente chiarito che anche in Sicilia la competenza in materia di erogazione di questo importante servizio in favore di alunni con disabilità permane in capo alla Scuola e dunque allo Stato. Questo comporta, senza interpretazioni di sorta, che non esistono allo stato norme che possano giustificare l’intervento dei Comuni nell’assistenza degli studenti che frequentano le scuole comunali”.

Una situazione complessa. “Pur tuttavia, trattandosi di servizio in favore di minori in difficoltà – continuano – , ai quali di fatto verrebbe negato il diritto allo studio, non ci siamo fermati e, proprio per accelerare le procedure per attivare il  servizio in forma “sostitutiva”, abbiamo richiesto e ottenuto, solo in data odierna da tutti i dirigenti scolastici, la necessaria dichiarazione di insufficienza di personale atto all’erogazione del suddetto servizio .  Aggiungiamo, altresì, che di questi passaggi è sempre stata al corrente l’USR della provincia di Trapani, nella persona del Dirigente Bergonzi”.

I due amministratori concludono affermando che pur essendo dispiaciuti del ritardo nell’erogazione del servizio, “avendo ricevuto le richieste per nostro intervento in sostituzione e deliberato in data odierna, abbiamo dato – in via sostitutiva ed in danno – disposizione immediata per l’avvio all’assistenza igienico personale”.