Trapani, la Guardia di Finanza arresta medico per corruzione

Si tratta di un sanitario in servizio presso il locale USMAF-SASN, adesso è ai domiciliari

Un medico, il 67enne F.S. di Mazara del Vallo, in servizio negli uffici dell’USMAF-SASN di Trapani è stato arrestato in flagrante dai finanzieri del Comando Provinciale di Trapani, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, con l’accusa di corruzione.

Il professionista, infatti, aveva appena ricevuto del denaro da un marittimo – che è stato denunciato a piede libero come corruttore – per consentirgli, senza eseguire alcuna visita, il prolungamento dello stato di malattia chiestogli. I militari al Nucleo PEF della Guardia di Finanza, dopo aver verificato l’ennesima percezione illecita di denaro da parte del sanitario, sono intervenuti procedendo all’arresto in flagranza.

I Servizi territoriali per l’Assistenza Sanitaria al personale navigante, marittimo e dell’aviazione civile (SASN), garantiscono assistenza sanitaria, in Italia e all’estero, a questi soggetti e, inoltre, forniscono prestazioni medico-legali, tra cui le visite mediche preventive d’imbarco e le visite periodiche (con cadenza biennale) per l’accertamento dell’idoneità alla navigazione.

L’intervento eseguito giunge alla conclusione dell’operazione denominata “Aiutiamoci” poichè il medico, al momento dell’accordo corruttivo, pronunciava questo “invito” al paziente per fargli capire di voler ricevere illecitamente del denaro. Nel corso delle indagini sono stati eseguiti servizi di osservazione e pedinamento, è stata esaminata varia documentazione e sono state sentite persone informate sui fatti. Effettuate anche intercettazioni telefoniche e riprese audio e video. È stato così possibile acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti del medico su una prassi illecita che – secondo gli inquirenti – lo vedeva ricevere con sistematicità denaro da marittimi che dovevano sottoporsi a visita o avevano necessità di certificazioni varie, consentendogli così di superare le visite, in realtà mai effettuate, e di ottenere prolungamenti di stato di temporanea inabilità e/o il rilascio delle certificazioni di cui avevano necessità.

La perquisizione eseguita dai finanzieri nell’immediatezza dell’arresto ha consentito di individuare e sequestrare materiale che confermerebbe come il medico tenesse una accurata traccia dei marittimi che gli corrispondevano somme (almeno 50 euro per visita o prestazione richiesta).

Il sanitario, in occasione dell’udienza di convalida dinanzi al gip del Tribunale di Trapani, ha  ammesso le sue responsabilità, manifestando anche la volontà di risarcire la Pubblica Amministrazione. Il giudice, nel convalidare l’arresto dei finanzieri, ha disposto nei confronti di F.S. la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Sarebbero state rimpinguate con sabbia proveniente da altri luoghi
L’iniziativa è frutto della preoccupante carenza idrica che sta colpendo la Sicilia
Prevista l'istituzione di un fondo specifico destinato al finanziamento dei riti della Settimana Santa iscritti al REIS
Sarà l'occasione per scoprire il paesaggio incontaminato, dove la natura ha ripreso il sopravvento, dopo il devastante incendio di un anno fa
Un'opportunità per affrontare i temi cruciali della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile
Duo di producers multiplatino con più di tre milioni di ascoltatori mensili su Spotify

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Nel programma approvato a maggio abbiamo puntato sulla qualità degli eventi che si articolano da giugno a settembre"
"Il Comune di Trapani si faccia trovare pronto con un progetto unitario per accedere alle risorse della rigenerazione urbana"
L’evento sarà un'occasione significativa per esplorare approfonditamente gli aspetti naturalistici e culturali dei paesaggi delle due isole vulcaniche
La selezione, rispondendo in primis al principio di sostenibilità, ha elaborato un cartellone che prenderà il via a metà luglio e durerà tutta l’estate
Nell'occasione si presenta il libro “Pietro il pescatore pastore” di don Fabio Pizzitola