Trapani, Gianni Mauro: da consulente gratuito a esperto di fiducia del sindaco Tranchida

Il vicesindaco di Erice è stato nominato quale esperto del Comune di Trapani: tra i suoi obiettivi lo studio e valutazione degli interventi tecnici di sviluppo sostenibile di Trapani in un contesto di Area Vasta

Aveva creato scalpore quando tre mesi fa il sindaco di Trapani avevano nominato consulente gratuito il suo collaboratore di vecchia data Gianni Mauro. Scalpore perché lo stesso architetto continua a essere l’attuale vicesindaco di Erice, città dove Tranchida e Mauro hanno lavorato fianco a fianco per 10 anni. Le strade, poi, si sono separate visto che la legge non consente un terzo mandato consecutivo. Per un anno lo stesso Tranchida è rimasto centrale venendo nominato presidente del Consiglio Comunale ericino prima della nuova avventura a Trapani.

«Il sindaco della Città di Trapani – si legge nel contratto siglato tra Tranchida e Mauro – affida all’architetto Gianvito Mauro, l’incarico di Esperto di propria fiducia per lo studio e valutazione/verifica degli interventi tecnici di sviluppo sostenibile di Trapani in un contesto di Area Vasta in coerenza con i finanziamenti regionali, nazionali e comunitari (con particolare riferimento al Patto per il Sud e Recovery Fund), per l’attuazione del programma di Governo del sindaco, rientrando fra le finalità dell’incarico le valutazioni di ordine tecnico sui progetti in essere in linea con le misure di finanziamento regionali, nazionali e comunitarie attivate (ad esempio “qualità dell’abitare”) e da attivare (ad esempio “rigenerazione urbana”) specificando che trattasi di incarico di svolgere, nell’ambito della propria alta professionalità e quale attività a supporto delle funzioni del Sindaco nelle azioni d’indirizzo e nelle scelte programmatiche e, dunque, nelle azioni finalizzate al perseguimento e raggiungimento degli obiettivi programmatici ricompresi nel programma di Governo della Città».

Ora Mauro diventa sempre più centrale del progetto politico trapanese. Se prima la consulenza è stata vista come un vero e proprio aiuto, ora, con il nuovo ruolo, Mauro è come se fosse diventato il decimo assessore di Trapani. A livello economico, infatti, le cifre non sono nemmeno così distanti. A titolo di corrispettivo per tutte le prestazioni professionali previste dal contratto e limitatamente al periodo temporale previsto, la Città di Trapani corrisponderà al Gianni Mauro per 8 mesi l’importo di 2.454,40 euro mensili (comprensivi del contributo cassa al 4% per legge).

I giochi, ormai, sono fatti: bisogna solo capire come si evolveranno.