Trapani e la classifica di “Ecosistema urbano”, FdI: “I nodi vengono al pettine”

"Inchioda alle proprie responsabilità di malgoverno la passata ed oggi riconfermata amministrazione comunale"

“Tutti i nodi prima o poi vengono al pettine, e l’annuale classifica di Legambiente pubblicata sul quotidiano Sole 24ore cristallizza impietosamente i numeri in netto ribasso degli indicatori di qualità della vita della città di Trapani inchiodando alle proprie responsabilità di malgoverno la passata ed oggi riconfermata amministrazione a conduzione Giacomo Tranchida”. Così intervengono – in una nota stampa – il coordinatore comunale Cristian Farsaci e i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia.

“Nonostante i propositi programmatici preelettorali – proseguono gli esponenti della Destra – già dal 2018 l’attuale amministratore millantava, ed oggi possiamo dirlo con cognizione di causa, mirabolanti investimenti per trasformare la città in una moderna greencity, il consumo di suolo, la diminuzione dei traffici veicolari, miglioramenti nella gestione dell’acqua, implementazione del verde urbano per combattere il Climate Change, financo l’istituzione del garante per il verde urbano“.

“Cosa rimane oggi – proseguono da FdI- di quelle promesse elettorali? Di certo il saccheggio di 20mila metri quadrati di area destinata a verde urbano con una variante di piano in favore di due progetti il sottopasso ferroviario ed una RSA, la puntuale rimozione di storiche e pregiate essenze arboree, per imprecisate avvenute complicanze, ma senza programmarne una sostituzione e/o relativa implementazione, le mancate manutenzioni del verde urbano, la mancata attuazione della ZTL in centro storico, i mancati interventi sulla rete idrica e sui pozzi di Bresciana. Queste sono solo una parte delle motivazioni che inducono a dare a questa amministrazione una pubblica, sonora bocciatura, tutte inadempienze che inevitabilmente si ripercuotono negativamente sulla collettività cittadina, come le inevitabili chiusure delle ville cittadine nelle giornate di vento per il rischio della caduta di alberi o di parti di essi perché non manutenute nel tempo, interminati ingorghi veicolari lungo i principali assi viari cittadini e l’inevitabile alzamento dei livelli di polveri sottili nell’aria, una programazione funzionale del TPL, la distribuzione della acqua a giorni alterni e per zone salvo complicazioni, che avvengono spesso a causa di una rete colabrodo fatiscente e priva di manutenzioni da anni, la gestione dei rifiuti che questa amministrazione promuove con grande vivacità salvo privare a tempo indeterminato la cittadinanza dell’unico CCR che tanto ha contribuito in passato ad limitare l’abbandono indiscriminato di rifiuti in giro per la città, ma la lista si allunga se si investono tutti i settori della gestione cittadina”.

“Fissato l’assioma che questa amministrazione è stata ed è incapace di qualunque attività propositiva e positiva, se si dovesse trovare una plausibile motivazione a tutto questo scempio – prosegue la nota stampa – il dito andrebbe certamente puntato sulla reiterata e a tutt’oggi mancata adozione dei bilanci di previsione e consuntivi, cioè l’insieme dei documenti che regolano l’attività economica e finanziaria di un’amministrazione comunale. Da un lato, infatti, permette di pianificare gli interventi pubblici che un comune vuole mettere in atto, analizzando le uscite relative. Dall’altro serve a rendicontare entrate, ovvero gli strumenti per sostentare le attività comunali, e le spese per l’erogazione dei servizi”.

“Noi – concludono il coordinatore comunale e i consiglieri comunali di FdI – lo diciamo da anni che l’amministrazione Tranchida è e lo è stata una amministrazione fallimentare su tutti i punti di vista, capace solo di procrastinare per incapacità congenita tutte quelle best practices che negli ultimi 5 anni avrebbe potuto dare sollievo alla già martoriata comunità cittadina trapanese.”

Andrea Devicenzi e Lombardo Bikes sulla strada del Blues [AUDIO]

Il viaggio in bicicletta porterà il pluricampione paralimpico a percorrere le 1600 miglia della Route 61 da Chicago a New Orleans
Finisce 0-2 a Gavorrano e il Trapani Calcio conquista il suo secondo obiettivo stagionale
Il viaggio in bicicletta porterà il pluricampione paralimpico a percorrere le 1600 miglia della Route 61 da Chicago a New Orleans
Assegnati oltre 3 milioni di euro dal Ministero per realizzare le strutture a Bosco e ad Amabilina
Per realizzare, adeguare o ampliare la viabilità al servizio delle aree rurali e delle aziende agricole
Nel 350° anniversario della sua apparizione a Santa Margherita Maria
"La corsa contro il tempo per inserire l'opera nell'Accordo di sviluppo e Coesione –FSC è seria e impegnativa"
Petit, nome d’arte di Salvatore Moccia, giovane artista classe 2005, finalista dell’edizione 2023 di “Amici” che ha appena pubblicato “PETIT”, il primo EP omonimo

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
Garantita solo la diretta streaming sul canale YouTube della lega
Ieri il momento conclusivo del programma "Frutta e verdura nelle scuole"
Sarà utilizzato l’elenco degli idonei non vincitori del concorso indetto nel 2021
Erano su un’imbarcazione alla deriva a circa 10 miglia nautiche dal porto