Trapani, Confartigianato Imprese denuncia le problematiche del settore edile

"Dopo aver creduto al rilancio dell’economia edile artigiana e aver ritrovato l’autostima della propria azienda, ci ritroviamo adesso ad essere illusi e nuovamente distrutti dalla nuova politica"

Continuano i problemi per il mondo edile che, dopo aver affrontato il difficile momento dovuto alla Pandemia da Covid-19, si ritrova adesso da solo e al collasso.

A denunciare tutto ciò, e a dare voce agli imprenditori edili, è Emanuele Virzì, presidente di Confartigianato Imprese Trapani. I soldi, a causa dell’attuale situazione, cominciano a diminuire e le difficoltà per le aziende aumentano costantemente e il mondo politico “promette ma tace”, senza trovare soluzioni vere ed efficaci.

“Dopo aver creduto al rilancio dell’economia edile artigiana e aver ritrovato l’autostima della propria azienda che per parecchi anni aveva subito quel calo di fatturato, ci ritroviamo adesso ad essere illusi e nuovamente distrutti dalla nuova politica. In particolare, è da denunciare il dietrofront delle banche che prima ci accoglievano come degli eroi e che adesso non sanno più chi siamo. Insomma: dopo l’inganno la beffa. Abbiamo investito sugli operai, li abbiamo fatti qualificare, integrati con contratti indeterminati ma adesso le imprese sono al collasso, i cassetti fiscali pieni di credito virtuali che, però, non fanno cassa e non fanno economia. Ci ritroviamo ad avere difficoltà nel regolarizzare le proprie posizioni, con innumerevoli ritardi ai fornitori e mancati pagamenti ai dipendenti. Sta succedendo davvero e nessuno sta facendo nulla: la politica, poi, promette ma tace: la politica lavora per se stessa e non per le aziende, è confusa e in confusione. Siamo impossibilitati a proseguire i cantieri e giorno per giorno perdiamo la fiducia di tanti. Stiamo distruggendo la prima economia, continuando così moriranno i professionisti, i tecnici installatori, i ferramenta, i serramentisti e tutto il mondo edile e industriale. Bisogna lanciare un grido di allarme, sbloccare le cessioni ad imprese e committenti, dare economia per riprendere la serenità perduta, ritrovare l’autostima di quell’artigiano che ha creduto a questa politica e che aveva garantito ai propri lavoratori che il futuro era proficuo ma che, invece, si sta spegnendo e non dà più segnali”.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Sarebbero state rimpinguate con sabbia proveniente da altri luoghi
L’iniziativa è frutto della preoccupante carenza idrica che sta colpendo la Sicilia
Prevista l'istituzione di un fondo specifico destinato al finanziamento dei riti della Settimana Santa iscritti al REIS
Sarà l'occasione per scoprire il paesaggio incontaminato, dove la natura ha ripreso il sopravvento, dopo il devastante incendio di un anno fa
Un'opportunità per affrontare i temi cruciali della tutela dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile
Duo di producers multiplatino con più di tre milioni di ascoltatori mensili su Spotify

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Nel programma approvato a maggio abbiamo puntato sulla qualità degli eventi che si articolano da giugno a settembre"
"Il Comune di Trapani si faccia trovare pronto con un progetto unitario per accedere alle risorse della rigenerazione urbana"
L’evento sarà un'occasione significativa per esplorare approfonditamente gli aspetti naturalistici e culturali dei paesaggi delle due isole vulcaniche
La selezione, rispondendo in primis al principio di sostenibilità, ha elaborato un cartellone che prenderà il via a metà luglio e durerà tutta l’estate
Nell'occasione si presenta il libro “Pietro il pescatore pastore” di don Fabio Pizzitola