Trapani: Comune “al verde” e il Verde piange [EDITORIALE]

Il privato interviene abusivamente, il pubblico piange miseria ed a farne le spese sono solo le piante inermi

A Trapani accade anche questo:
dopo i topi funamboli che danno spettacolo al centro storico, aumenta la protesta da parte degli esercenti che vorrebbero approfittare di questa estate per battere cassa, fare un po’ di soldini, ospitando i loro clienti nei dehors che sono stati collocati nelle zone più pittoresche del centro storico.
Una di queste è l’aiuola che sorge al limite della piazza Garibaldi, dove, oltre ad insistere la statua bronzea di Nunzio Nasi, fa bella mostra di sé un inutile e mastodontico vespasiano mai utilizzato.

In quel bellissimo giardino che sorge a fianco alla Casina delle Palme, altre palme secolari, sopravvissute alla sciagura del punteruolo rosso qualche anno fa, giganteggiano sopra le palme che sono state lì piantate per sostituire quelle che erano morte a causa dell’aggressione del parassita. Queste palme più giovani però, malauguratamente a loro volta non ce l’hanno fatta a sopravvivere all’incuria e sono lì secche ormai, dentro questo giardino, questa aiuola, da parecchi anni.

Godono invece, di ottima salute gli oleandri che, oltre a rendere bello, piacevole, profumato e colorato questo giardino, visto che crescono senza nessuna cura da parte dell’amministrazione comunale e dei suoi giardinieri, sono talmente cresciuti che con le loro fronde entrano direttamente nei piatti, nei bicchieri, nelle coppe dei cocktail dei clienti che sono lì a sorseggiare o a consumare qualcosa nei dehors dei vari locali.

E così succede che, nelle scorse settimane, sono intervenuti i giardinieri delle ditte che avevano vinto il misero appalto indetto dall’amministrazione comunale. La prima cosa che hanno fatto è stata potare dal lato esterno le piante ma poi sono finiti i soldi, hanno smesso di lavorare e hanno lasciato l’opera incompiuta.

L’insistenza degli esercenti non ha avuto frutti visto che – ci siamo informati con l’assessore al ramo, un ramo ovviamente “non potato” in questo caso, ovvero l’assessore Barbara – il quale ci ha detto che, fra una settimana circa, se riescono a stanziare i fondi, affideranno un nuovo appalto e potranno nuovamente intervenire i giardinieri.

Una cosa che, a quanto sembra, non è stata ben accettata proprio dagli esercenti che lamentano anche una vera e propria infestazione di topi. Roditori che proliferano in questa giungla incolta di erbe, di erbacce, di cespugli.
In tal senso l’assessore Barbara ci ha detto che sono state già collocate alcune trappole topicide. Sembra però che, visto che i topi continuano a passeggiare lì indisturbati soprattutto di notte, queste trappole non siano state per il momento efficaci. E così accade che, ancora più esasperati, alcuni esercenti questa mattina hanno preso le cesoie e le motoseghe e hanno iniziato a potare gli oleandri.

Una cosa questa che ha allarmato i componenti dell’associazione Erythros, nata dall’omonimo comitato nato proprio per dare una mano all’amministrazione comunale per la salvaguardia del Verde pubblico. Alcuni componenti di Erythros si sono precipitati questa mattina in piazza Garibaldi proprio per cercare di capire cosa stesse accadendo. Contemporaneamente hanno avvisato l’assessore Lele Barbara che a sua volta ha avvisato la Polizia Municipale, visto che si trattava di un intervento non autorizzato.

Dal comando della Polizia Municipale hanno promesso che avrebbero mandato una pattuglia ma – visto che sono come sempre in carenza di personale – nel frattempo dobbiamo soltanto ringraziare gli agronomi e gli esperti di Erythros che, almeno hanno dato e continueranno a dare alla bisogna i loro consigli per chi deve, vuole o ritiene necessario intervenire sul Verde pubblico. Consigli utilissimi in questi casi visto che, in maniera anche abbastanza drastica, queste potature non autorizzate sono state effettuate “per disperazione” in questo periodo di fiorescenza delle piante. Periodi vegetativi in cui le piante non andrebbero assolutamente toccate.

La chiacchierata di questa mattina fatta con l’assessore Barbara, intanto, è servita anche per capire che c’è un altro problema che insiste in quella piazza, ovvero quello del vespasiano che non è mai entrato in funzione. Sembra che ci sia stato l’interesse da parte proprio di questi gestori di esercizi commerciali che insistono sulla piazza a rimetterlo in funzione. Hanno fatto delle istanze all’amministrazione comunale che sono andate sistematicamente perse e, da parte dell’assessore Barbara, arriva l’invito a questi gestori di reiterare la richiesta.
Di togliere di mezzo, invece, quel mausoleo inutile in una delle piazze più caratteristiche di Trapani, non se ne parla nemmeno. Signore, signori, buona Trapani a tutti!

Ne abbiamo parlato nella terza edizione di oggi del TrapaniSìGierre. Per ascoltare schiaccia PLAY

Le borse di studio al Polo Universitario di Trapani, i dettagli [AUDIO]

Ne parliamo con la professoressa Giovanna Parisi, coordinatrice del corso di laurea in Biodiversità e Innovazione Tecnologica
Ne parliamo con la professoressa Giovanna Parisi, coordinatrice del corso di laurea in Biodiversità e Innovazione Tecnologica
Schifani: «Ordinanza per tutelare la salute degli addetti più a rischio»
La vicenda riguardava la gestione del depuratore
Si prosegue, fino al 20 luglio, con un ricco programma di proiezioni a cielo aperto, incontri e dibattiti, degustazioni e spettacoli
Due mesi di concerti, spettacoli e performance che abbracciano sette secoli di storia musicale, dal Medioevo al Barocco
L'inizio della sua collaborazione con la squadra di calcio cittadina risale al 1975

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
L'organismo ha lo scopo di effettuare un monitoraggio congiunto e una valutazione complessiva degli interventi
Il sindaco Forgione: "Bloccate risorse per importanti opere"
Un'altra divertente intervista al talentuoso "trumpet player" trapanese, che ha fatto breccia anche nel mondo dei Griffin
Si spazierà tra proposte differenti che vadano incontro a pubblici diversi, tra teatro, musica e danza
Fondato nel 1991, per iniziativa di Antonio Sottile, ha preso parte a centinaia di concerti e manifestazioni artistiche in Italia e in Europa
Il teatro si colorerà di un immersivo fuoco "buono" che assale le colonne, si inerpica e tinge il tempio di rosso. Le repliche si terranno il 16, 17 e 18 luglio
Inaugurazione il 21 luglio, alle ore 19:00, con il concerto "Capo Verde in Musica Jerusa Barros 4th” presso il teatro a mare “Pellegrino 1880”
Dal 17 al 19 luglio in corrispondenza di un passaggio a livello