Trapani Capitale della Cultura Italiana 2022, Zichichi: “Vi spiego perché la nostra spiaggia è unica” [VIDEO]

Il fisico spiega perché grazie a una particolarità storica Trapani merita di essere nominata Capitale della Cultura Italiana 2022. Continuano i webinar, oggi alle 18.30 è previsto “Policromie della natura”. Domani “Policromie del gusto”

“La World Federation of Scientist ha stabilito che la spiaggia di Trapani è un posto unico al mondo”. Tutto nasce durante la guerra fredda: gli USA e l’URSS negavano di avere una moltitudine di bombe H e la “spiaggia di Trapani era l’unico posto al mondo dove si discuteva sul futuro di questo satellite del Sole. Perché nella spiaggia? Perché era impossibile che ci fossero segreti”.

Con queste parole il fisico Antonino Zichichi spiega perché grazie a questa particolarità storica Trapani merita di essere nominata Capitale della Cultura Italiana 2022.

Ma Zichichi non è l’unico a esporsi. Oltre allo scienziato sono coinvolti testimonial, influencer, opinion leader del mondo della cultura, dello spettacolo, dello sport, della gastronomia che hanno un legame profondo con il territorio come per esempio Pif, Dacia Maraini, Simonetta Agnello Hornby, Padre Mino Raspanti, Stefania Auci e Valeria Li Vigni.

Dopo il successo dei primi webinar, oggi alle 18.30 è previsto “Policromie della natura”. Un incontro che intende riunire virtualmente i principali attori locali e i rappresentanti di associazioni naturalistiche del territorio. Puntare su un patrimonio invidiabile per crescere. Mettere in rete le riserve naturalistiche più attrattive di Trapani e del suo territorio significa mettere in moto un meccanismo virtuoso in grado di portare benefici a tutti, rafforzando la nostra identità ed unicità nel mondo. L’incontro è moderato dalla giornalista Ornella Fulco.

“Policromie del gusto” è, invece, il nome del webinar che si svolgerà domani, alle ore 18.30. Un ricco patrimonio culturale da scoprire ma anche una gastronomia da assaggiare. Ecco alcune ragioni per seguire questo interessante webinar sul gusto. Si parlerà di tradizioni enogastronomiche del territorio, partendo dai nostri piatti più riconoscibili e dalle tipicità passando per i dolci, la pasticceria per terminare con olio e vino. Perché la cultura è anche cibo. (*FTAR*)