Trapani Calcio, i tifosi: “Richiesta di Petroni non aderente a quanto detto in incontro”

“Confermando la propria linea, orientata alla massima trasparenza e comunicazione alla Città di ogni iniziativa, volta esclusivamente a valutare la possibilità che, con il sostegno di tutte le forze economiche del territorio, si possa salvare il Trapani Calcio, patrimonio della collettività, il Comitato spontaneo “C’è chi il Trapani lo ama” comunica che è pervenuta da parte di Alivision Transport la proposta di cessione del 100 per cento delle quote del Trapani Calcio. Si comunica altresì che la stessa risulta non aderente a quanto rappresentato dal dottor Fabio Petroni nel corso dell’incontro bilaterale con il Comitato, svoltosi nella mattinata di ieri, e dallo stesso pubblicamente dichiarato nel corso della conferenza stampa tenutasi presso il Comune di Trapani, che rappresenta la casa di tutti i cittadini trapanesi, alla presenza del Sindaco della Città, dei rappresentanti della Giunta Comunale, dei giornalisti e dei tifosi.
Il Comitato si riserva di fornire ulteriori altre eventuali comunicazioni alla Città ed all’Amministrazione Comunale che la rappresenta”.

Con queste parole, il comitato di tifosi “C’è chi il Trapani lo ama” lancia una accusa importante: Petroni ha messo per iscritto dal notaio una richiesta diversa rispetto quello che era stato detto di presenza. La neverending story continua.