Trapani, approvato il Piano Triennale delle Opere Pubbliche: il Consiglio comunale della vergogna e degli insulti [AUDIO]

Non è facile raccontate ciò che è accaduto in Consiglio comunale durante la discussione del Piano Triennale delle Opere Pubbliche. Ciò che è andato in scena ieri sera è semplicemente uno spettacolo indecoroso che ha visto sindaco e alcuni consiglieri dell’opposizione insultarsi a vicenda durante la trattazione del maxi emendamento da quasi 50 pagine che permetterà alla città di fornirsi di alcuni importanti progetti. Ma tutto va in secondo piano, con le urla che sovrastano la dialettica.

Uno show indecente che mortifica la città: nessuno escluso. Tutti hanno torto. Del Consiglio comunale di ieri sera nessuno è salvabile. Una discussione nata da lontano, nata dalle continue diatribe dentro e fuori dall’aula sfociata in insulti che questa testata non vuole riportare: esagerate e offensive le parole dei protagonisti che, ora, si promettono denunce a vicenda per calunnie.

Trapani merita tutto ciò? Un chiasso orribile e fuori da qualsiasi regola che mette in secondo piano qualsiasi riscontro politico che sarebbero anche interessanti vista l’approvazione alle 23.37 del Piano Triennale.

Anche dalla maggioranza, i consiglieri si dissociano da ciò che è avvenuto. L’unico ad aver dichiarato pubblicamente qualcosa è Domenico Ferrante che ha affermato “Mi vergogno di ciò che è avvenuto in Consiglio comunale. Mi scuso con tutta la cittadinanza sebbene non sia stato un attore protagonista in questo teatrino”.

Con un comunicato stampa, il sindaco Giacomo Tranchida ha duramente attaccato le consigliere del Movimento 5 Stelle Francesca Trapani e Chiara Cavallino. Loro rispondono su Facebook. Un continuo balletto che coinvolge anche Anna Garuccio e Giuseppe Lipari. In modi diversi, tutti e quattro hanno subito in aula le dichiarazioni del sindaco. Alcuni prima, altri dopo, hanno risposto per le rime a Tranchida. Insomma, una vera e propria lotta senza confini coinvolgendo anche il Comune di Erice e tutto ciò che è avvenuto nelle ultime settimane.

Un varietà, quello di ieri sera, degno del miglior Bagaglino che invitava lo spettatore a gustare dei popcorn comodo nella sua poltrona. Peccato che tutto questo non è il Truman Show, ma ciò che dovrebbe rappresentare i cittadini trapanesi.

Sul Piano Triennale, abbiamo sentito all’interno del nostro TrapanisiGierre l’assessore Dario Safina: