Trapani, approvato dalla Giunta il Piano Urbano Di Mobilità Sostenibile (PUMS)

La Giunta di Trapani ha approvato il Piano Urbano Di Mobilità Sostenibile (PUMS). Un documento fondamentale che fotografa la situazione di Trapani ed Erice nella mobilità ed effettuando una analisi della situazione attuale delle reti e dei servizi di trasporto nell’area di studio, individuando le criticità presenti nel sistema e scenario di riferimento per definire un insieme di obiettivi perseguibili nel medio e nel lungo termine, sia di carattere generale sia di carattere specifico in relazione alle potenzialità e vocazionalità del territorio, nonché all’assetto urbanistico e infrastrutturale programmato.

Le Amministrazioni Comunali di Trapani ed Erice, vista l’evidente interconnessione della viabilità dei due ambiti, hanno deciso di affidarsi ad un unico progettista, la Sisplan, affinché oltre a creare una evidente economia nello studio dei dati sul campo sia possibile ottenere un documento effettivamente utile per affrontare le problematiche dei due territori.

“È un documento di carattere programmatorio fondamentale per il nostro Comune – afferma l’assessore all’Urbanistica Dario Safina – perché ci consente di presentare determinati progetti che potrebbero essere finanziati in futuro”. Safina ha ereditato il lavoro dall’assessora Andreana Patti che l’aveva iniziato in un primo momento.

“L’obiettivo, ovviamente, è quello di migliorare la viabilità nella nostra città rendendo più efficienti i parcheggi e tante altre cose. Su Agenda Urbana stiamo partecipando ad un finanziamento per i nuovi mezzi pubblici: senza l’approvazione, almeno della Giunta, del PUMS non avremmo potuto partecipare”.

Ora il Piano Urbano Di Mobilità Sostenibile dovrà ricevere l’ok su Valutazione Ambientale Strategica (VAS) e Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) e poi andrà in Consiglio comunale per l’approvazione finale. A breve anche la Giunta del Comune di Erice approverà il testo e seguirà lo stesso iter.

Il PUMS è stato redatto attraverso un percorso partecipativo, consistito in due incontri territoriali in cui sono stati coinvolti i cittadini, la Giunta Comunale e i portatori di interessi diffusi.

Nel dettaglio della mobilità, a Trapani nel 2016 erano immatricolati 40.315 autovetture, 7.519 motoveicoli, 5.060 veicoli per il trasporto merci e speciali, 107 autobus. Il tasso di motorizzazione è di 588 auto/1000 residenti, inferiore a quello medio nazionale (603).

Ad Erice, sempre nel 2016, erano immatricolati 17.039 autovetture, 3.282 motoveicoli, 1.761veicoli merci e speciali, 11 autobus. Il tasso di motorizzazione è di 610 autovetture/1000 residenti, superiore alla media nazionale.

Il comune di Trapani è caratterizzato da circa 42.000 spostamenti pendolari al giorno, così suddivisi: 22.876 spostamenti interni (con origine e destinazione all’interno del territorio comunale), 19.391 spostamenti di scambio (di cui 5.093 spostamenti generati all’interno del comune verso comuni esterni e 14.298 spostamenti attratti da altri comuni).

Il comune di Erice è caratterizzato da circa 16.000 spostamenti pendolari al giorno, così suddivisi: 5.633 spostamenti interni (con origine e destinazione all’interno del territorio comunale), 10.487 spostamenti di scambio (di cui 6.050 spostamenti generati all’interno del comune verso comuni esterni e 4.437 spostamenti attratti da altri comuni).

Per entrambi i Comuni, è il reciproco scambio quello più importante, in particolare lo scambio Trapani-Erice si attesta su circa 3.000 spostamenti e lo scambio Erice-Trapani circa 5.100.