Trapani, alla Capitaneria di Porto la foto della storica nave ospedale “Città di Trapani”

Fu utilizzata durante la Seconda Guerra Mondiale

Taglio del nastro ed inaugurazione, questa mattina, alla Capitaneria di Porto per la foto storica della nave ospedale “Città di Trapani”, appartenente alla tradizione storica del naviglio mercantile italiano, utilizzato poi dalla Regia Marina nella seconda Guerra Mondiale.

A fare gli onori di casa, il comandante della Capitaneria di Porto di Trapani, capitano di Vascello Guglielmo Cassone, presenti il sindaco Tranchida, del presidente e dei soci dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia – Gruppo di Trapani, dei rappresentanti dell’Associazione Fratelli della costa di Marsala e degli operatori portuali.

La foto storica della famosa nave ospedale “Città di Trapani”è stata esposta all’ingresso della Capitaneria, quale memoria storica e mai dimenticata dell’impegno e del contributo fornito dal naviglio mercantile italiano nella seconda Guerra Mondiale.

Progettata nell’ottobre 1927 e costruita tra il 1928 ed il 1929 nei Cantieri Navali del Tirreno di Riva Trigoso, l’unità era in origine una motonave passeggeri iscritta nel Compartimento marittimo di Palermo ed in tempo di pace venne utilizzata per il trasporto di passeggeri sulle rotte di competenza della Tirrenia: Mar Tirreno e Mediterraneo occidentale sino alle coste dell’Africa settentrionale.
Qualche mese dopo l’ingresso dell’Italia nella Seconda Guerra Mondiale, il 16 ottobre 1940, la motonave venne requisita a Genova dalla Regia Marina ed utilizzata per oltre un anno come trasporto truppe.

Nel novembre 1941, per rimpiazzare le unità perse e quelle bisognose di manutenzione, la Regia Marina decise di dotarsi di una nuova nave ospedale: la scelta cadde sulla “Città di Trapani”, che venne ridipinta secondo le norme stabilite dalla Convenzione di Ginevra per le navi ospedale (scafo e sovrastrutture bianche, fascia verde interrotta da croci rosse sullo scafo e croci rosse sui fumaioli), ed attrezzata con il materiale sanitario recuperato dal relitto della nave ospedale ”California”, passando nel Ruolo del naviglio ausiliario dello Stato il 19 febbraio 1942, entrando in servizio lo stesso mese.

Dotata di 300 posti letto, la “Città di Trapani” risultò la più piccola tra le navi ospedale italiane in servizio, ma anche di impiego più flessibile rispetto alle grandi navi passeggeri utilizzate sino ad allora.
Alle 9.30 del 1º dicembre 1942 la “Città di Trapani”, in navigazione da Napoli a Biserta, venne scossa, a 17 miglia dalla costa, da un’esplosione subacquea, 5 uomini dell’equipaggio perirono nello scoppio, mentre gli altri occupanti della nave abbandonarono ordinatamente l’unità, che affondò in 12 minuti, ad 11 miglia dalla costa.

Emergenza idrica in Sicilia, Bica: “Dobbiamo coordinare gli sforzi” [AUDIO]

"Ripristinare pozzi nel Trapanese potrebbe aumentare la portata idrica fino a 150 litri al secondo"
È stato trovato in possesso di circa 50 grammi di marijuana
"Confronto con i gruppi politici sulla seconda metà del mandato”
Il tecnico granata ha evidenziato come sia necessario restare concentrati sugli altri obiettivi
A fare gli onori di casa, il comandante di Reggimento, colonnello Michelangelo Genchi
Il deputato regionale trapanese esorta il centrodestra al governo regionale alla revisione dei quattro milioni in più rispetto al 2023 destinati alle scuole paritarie
Destinati dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali alla Sicilia per il Piano di attuazione locale
"Obiettivo prioritario quello di arrestare l'esodo dei giovani siciliani verso il Settentrione"
Per individuare le cause degli sversamenti a mare nella zona Baia dei Mulini

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Sogni veri di una vita inventata

Una seconda possibilità è una grande dimostrazione di amore e compassione verso me stesso e potrebbe rappresentare un passo importante per la mia crescita...

Do you remember 2023?

Torna il blog di Andrea Castellano e si tuffa nell'anno appena passato: dalla crisi alla rinascita
Effettuati 76 servizi straordinari tra centro storico di Trapani e aree ritenute “a rischio” di Alcamo, Castellammare del Golfo, Marsala, Mazara del Vallo e Salemi
La refurtiva, per un valore di circa 5mila euro, è stata restituita
Pubblicato l'Avviso di "Project Financing" per l'ampliamento del 19° Padiglione
Negli ospedali di Castelvetrano, Marsala e Trapani saranno allestiti punti informativi
Tre giornate, da oggi a domenica 14 aprile, per gli amanti del giardinaggio e del Verde