Torna il “Marettimo Italian Film Fest”: il festival che unisce il cinema alla tutela del mare

Il Festival che si terrà dal 20 al 24 luglio avrà come protagoniste produzioni cinematografiche dedicate alla valorizzazione dell'ambiente marino. La direzione artistica è del regista Pupi Avati

Si è tenuta ieri la conferenza stampa che ha presentato la seconda edizione del “Marettimo Italian Film Fest – We love the sea”, presso la Sala Alessandrina del Complesso Monumentale di S. Spirito a Roma. Il Festival, che è dedicato al cinema italiano, vede come direttore artistico il regista Pupi Avati, e quest’anno, dal 20 al 24 luglio, si terrà sull’isola di Marettimo, che farà da cornice suggestiva a questo evento tutto made in Italy.

L’evento è organizzato dall’associazione culturale SoleMar, presieduta da Cettina Spataro che ha ideato il format e creato il team che ha dato il via al progetto finale. I vicepresidenti Giorgio Rusconi e Gabriella Carlucci hanno dato vita alla rete di partnership internazionali come i festival cinematografici di Formentera, Palma di Maiorca, Minorca, Malta, Ortigia, Alghero, Trani, Malta e Montenegro. Parte del direttivo sono Beatrice Just e Toto Vento.

Presenti alla conferenza stampa anche Nello Musumeci, presidente Regione Siciliana; Manlio Messina, assessore al Turismo della Regione Siciliana; il regista Pupi Avati direttore artistico; Francesco Forgione, sindaco di Favignana; Alfonso Maria Dastis, ambasciatore spagnolo in Italia; Gabriella Carlucci e Giorgio Rusconi, Ion De La Riva, consigliere per gli Affari Culturali dell’ambasciata di Spagna in Italia; Maurizio Gasparri, senatore della Repubblica; Luciano Sovena, produttore cinematografico e presidente Roma/Lazio Film Commission; Federica Luna Vincenti, produttrice cinematografica; Giuliana Gamba, regista del film ”Burraco fatale” e Claudio Noce, regista del film ”Padrenostro”.

In collegamento, hanno assistito e partecipato alla conferenza stampa anche l’attore e regista Michele Placido; il regista di ”Nour” Maurizio Zaccaro; il regista di ”Mediterraneo” Gabriele Salvatores, l’attrice protagonista di ”Burraco Fatale” Paola Minaccioni; l’attore protagonista di ”Padrenostro” Mattia Garaci e il Direttore Corporate Communication e Media Relation Unipol Vittorio Verdone. Il Marettimo Italian Film Fest ha lo scopo di unire l’amore per il cinema italiano all’amore per l’ambiente, in particolare, alla tutela del mare. L’evento è patrocinato dal Mic, dalla Regione Siciliana, dall’Area Marina Protetta, dal Comune di Favignana e dal Gruppo Unipol.

Il Festival si muoverà attraverso le proiezioni di documentari, film e cortometraggi che hanno come tema chiave il mare e la valorizzazione dell’ambiente marino. Per l’occasione il National Geographic ha messo a disposizione nove dei propri documentari. A concorrere durante il festival troveremo le produzioni cinematografiche: ”The Armstrongs”, docufilm di Arthur Neumeier; ”Nour” di Maurizio Zaccaro; ”L’uomo Delfino” di Richard Lowenstein; ”Burraco Fatale” di Giuliana Gamba; ”Padrenostro” di Claudio Noce; ”L’uomo di Aran” di Robert Flaherty e ”Mediterraneo” di Gabriele Salvatores. Inoltre, durante l’evento, verrà proiettato il film “Lei mi parla ancora” per omaggiare Pupi Avati, regista del film.

“Io credo che il senso di un’iniziativa che riguarda il cinema italiano sia sempre accompagnare, seguire, candidarsi ad essere complici di chi ha immaginato questa cosa – commenta Pupi Avati -. Credo che in questo momento nello stato del nostro Paese, tutto quello che incoraggia l’attività, il fare, sia assolutamente da accompagnare con una presenza non solo intellettuale, ma anche proprio fisica, personale. Siamo venuti qui -conclude il regista – per promuovere il cinema italiano, fra l’altro in una location fantastica, assolutamente meravigliosa”.

Il momento clou sarà però l’assegnazione del premio “Stella Maris”, che passerà attraverso le scelte della giuria tecnica composta da: Michele Placido, Fabrizio Romano, Nicoletta Romanoff, Federica Luna Vincenti e Gigi Marzullo. A condurre la serata avremo l’attrice e conduttrice televisiva Giulia Arena, ex miss Italia 2013, mentre madrina della serata sarà Martina Sambucini, miss Italia 2020.

Fra le novità di questa seconda edizione del Festival, con l’intento di accentuare ancora di più l’impronta ambientalista della manifestazione, ”Ocean Summer School”, con il sostegno dell’assessorato alla Formazione e Istruzione della Regione Siciliana, organizzata dalla Fao e dal Future Food Institute, farà tappa a Marettimo dal 13 al 20 luglio. Giornate in cui cinquanta ragazzi saranno coinvolti in un gruppo multidisciplinare di “thinkers” e di “doers”, per diventare “climate shapers” e prepararsi a combattere il cambiamento climatico e lavorare sugli obiettivi di sviluppo sostenibile.