Tennistavolo, tornano le gare nonostante il Covid: ottimi risultati per la Mediterranea

Nel weekend, nonostante tutte le difficoltà legate al protocollo Covid-19, il Tennistavolo Mediterraneo ha conquistato due meritati podi nel torneo regionale svolto a Siracusa, primo torneo post pandemia della FITET, la Federazione Italiana Tennistavolo.

Nella classe over 4500 grande impresa del giovane Giovanni Altesi, che partendo col numero di gara 44 su 60 partecipanti, conquista un prestigioso terzo posto.

Bel risultato anche del “terribile vintage sempreverde” Dario Cioffi che, dopo una maratona pongistica, chiude con i crampi, ma resta in piedi fino alla fine, conquistando anche lui il terzo posto nella classe assoluta over 2000.

Un torneo giocato in condizioni estreme in una giornata umidissima, tanto è vero che il semifinalista che aveva battuto Cioffi, non è riuscito a concludere la finale, abbandonando prematuramente per condizione fisiche.

Un bellissimo segnale di come questa nuova realtà del Mediterraneo si stia facendo largo, lavorando duro e con tutte le difficoltà del periodo, malgrado il grande scetticismo iniziale che aleggiava sulla scelta di creare un terzo polo pongistico nel trapanese dopo quelli già presenti a Marsala e a Buseto.

La scorsa settimana, invece, nei campionati regionali FISDIR per atleti paraolimpici, la Germaine Lecocq con gli atleti l’alcamese Daniele Dattolo ed il trapanese Mirco Cundari (tesserato con il Tennistavolo Mediterraneo ma inserito in un progetto sportivo con la squadra lilibetana), conquistano un prestigioso terzo posto ex-equo.

Tra l’altro, durante la manifestazione entrambi avevano battuto i due finalisti che, per uno scherzo del destino sono poi stati loro giustizieri in semifinale. Un chiaro segnale di come ormai anche nel settore paraolimpico, il tennistavolo trapanese abbia raggiunto i livelli competitivi più alti nazionali.

Ottimo anche il terzo posto nella gara femminile per Vincenza Di Girolamo.