Stadio Provinciale, la sorte futura in una diffida dell’ex Provincia [AUDIO]

Il Libero Consorzio dei Comuni della ex Provincia Regionale di Trapani ha diffidato il Trapani Calcio S.r.l. per non aver rispettato alcune clausole della convenzione di affidamento dello Stadio Provinciale. I punti non rispettati, dei quali il Trapani Calcio dovrà rendere conto al LCC, sono tre: La mancata comunicazione dei cambi di proprietà avvenuti dalla stipula della convenzione ai tempi della gestione Morace, l’inattività della squadra che è stata estromessa dal campionato di Serie C ed infine l’accordo di “subappalto” dell’impianto che l’attuale proprietà del Trapani Calcio avrebbe stipulato col Dattilo, squadra militante nel campionato di serie D, per consentire ad essa lo svolgimento delle partite e degli allenamenti. Di queste grossolane “sviste” del Trapani Calcio, e del futuro dello Stadio Provinciale di Trapani, che il prossimo 30 Ottobre compirà i suoi primi sessant’anni di attività, abbiamo parlato in questa intervista col commissario straordinario del Libero Consorzio dei Comuni di Trapani Raimondo Cerami. Per ascoltare schiaccia PLAY: