SP21 pericolosa, Comune di Trapani diffida Libero Consorzio

Continua il muro contro muro tra il sindaco di Trapani e il Libero Consorzio. Questa volta la contesa riguarda la SP21. Giacomo Tranchida, infatti, diffida il Libero Consorzio, quale proprietario del tratto dell’arteria stradale “ad adottare tutte le misure idonee atte a rimuovere il pericolo per la pubblica incolumità entro e non oltre il termine perentorio di 10 giorni”.

Numerose sono state le segnalazioni ricevute dal Comune da parte di abitanti “i quali lamentano la pericolosità del tratto stradale compreso tra il mulino Maria Stella e il ponte Verderame, soprattutto nelle ore serali e notturne”.

La lettera di Tranchida indirizzata al Libero Consorzio sottolinea che il problema nasce “a causa dell’assenza della illuminazione pubblica”. Inoltre, “tenuto conto che a seguito di sopralluogo a cura della Polizia Locale è stata confermata la pericolosità, l’Amministrazione Comunale, nell’esclusivo interesse dei propri cittadini diffida il Libero Consorzio”

Il primo cittadino nella missiva richiama l’articolo 1 del Codice della strada che afferma che “La sicurezza delle persone, nella circolazione stradale, rientra tra le finalità primarie di ordine sociale ed economico perseguite dalla Stato etc…”.

Uno scontro che si è manifestato in passato riguardo la concessione del Villino Nasi.