Rissa in corso Calatafimi a Marsala, arrestate sei persone

Sei migranti, di cui uno di nazionalità nigeriana e gli altri cinque del Gambia, sono stati arrestati dalla Polizia a Marsala per rissa aggravata.

Gli agenti sono intervenuti in corso Calatafimi, a seguito di una segnalazione, e hanno trovato i sei stranieri che, visibilmente agitati e con oggetti di varia natura tra le mani, avevano appena dato vita ad una rissa. Alcuni hanno anche riportato varie lesioni, contusioni ed escoriazioni, accertate poco dopo da personale del 118, intervenuto sul posto.

L’attività di indagine immediatamente avviata, anche tramite la visione di vari filmati dei sistemi di videosorveglianza di alcuni esercizi commerciali e la preziosa collaborazione di alcuni cittadini, ha consentito di ricostruire anche le prime fasi della colluttazione tra i migranti che avevano fatto irruzione nell’abitazione di uno di loro mettendola a soqquadro e malmenandolo.

Immediatamente dopo tutti e sei gli extracomunitari non avevano esitato a continuare la rissa affrontandosi in strada, tutti armati di bastoni, spranghe di ferro e pietre, totalmente incuranti dei passanti e creando notevole allarme.

La violenza dello scontro, durato pochi minuti, ha provocato anche il blocco del transito veicolare, inducendo vari automobilisti a fermarsi e altri ad effettuare anche inversioni di marcia.

Solo l’intervento della Polizia ha consentito di riportare la situazione alla calma e di far riprendere normalmente la circolazione stradale, rassicurando le decine di cittadini presenti.
I sei stranieri sono stati condotti negli uffici del Commissariato e dopo le formalità di rito, tratti in arresto. Oggi il provvedimento è stato convalidato dal giudice che ha applicato a tutti la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.