Punto nascita di Pantelleria, la Regione ha chiesto autorizzazione al governo nazionale

Il governo Musumeci ha chiesto la deroga per il mantenimento del punto nascita dell’ospedale “Nagar” di Pantelleria.

Lo rende noto la capogruppo Udc all’Ars Eleonora Lo Curto che ringrazio il presidente della Regione Nello Musumeci per avere “risposto alla mia sollecitazione dei giorni scorsi e alle istanze che arrivavano anche dall’Amministrazione comunale dell’isola”.
Adesso l’assessore alla Salute potrà formalizzare gli atti per l’autorizzazione che spetta al Ministero della Salute.
“Se il governo nazionale si determinerà ad autorizzare il punto nascita a Pantelleria – sottolinea Lo Curto – si potrà mettere fine agli spostamenti delle gestanti da Pantelleria a Trapani, con rischi accentuati per le stesse donne e per i nascituri di contrarre il coronavirus. Le donne pantesche hanno diritto a partorire nell’isola dove risiedono, in sicurezza e con un adeguata assistenza sanitaria ospedaliera”.

Secondo la deputata regionale “subito dopo l’ottenimento della deroga, che è già un fatto positivo, occorrerà rivedere tutti i criteri per mantenere i punti nascita nelle altre isole minori siciliane e nelle aree montane disagiate”.