Porti di Castellammare e Bonagia, Safina (PD): “Il governo faccia in fretta per non perdere i fondi”

"A rischio queste occasioni per lo sviluppo ed il rilancio economico e turistico della provincia”

“Il governo regionale deve immediatamente attivarsi per inserire i porti di Castellammare e Valderice/Bonagia tra i finanziamenti previsti dai Fondi di sviluppo e coesione, altrimenti rischieremo di perdere l’ulteriore occasione per lo sviluppo ed il rilancio economico e turistico della nostra provincia”.

L’appello ad una corsa contro il tempo arriva dal deputato trapanese del PD Dario Safina al governo Schifani per salvare due delle opere portuali più importanti del territorio trapanese e di cui si parla ormai da decenni.

Carte alla mano, va nel dettaglio Safina, spiegando passo dopo passo lo stato dell’arte dei due progetti e individuando le possibili soluzioni. “Per quanto concerne il porto di Castellammare – spiega Safina – è stato fatto un bando per un appalto integrato ed è stato firmato il contratto ma i lavori non sono ancora partiti a causa di ritardi da parte dell’impresa aggiudicataria. L’importo stimato dei lavori, infatti, è di circa 10 milioni di euro ma in realtà, da un’analisi delle carte che ho condotto con gli uffici competenti, emerge che per completare tutte le opere necessarie, e cioè il completamento dell’ultima parte del pennello e il rinforzo della difesa a mare della parte di banchina già ripristinata, sono necessari almeno 15 milioni di euro. E’ dunque necessario che il governo regionale si adoperi immediatamente intanto per far partire i lavori e poi per individuare le ulteriori risorse necessarie nell’ambito dei Fondi di Sviluppo e Coesione, visto il ruolo strategico che questa struttura può rappresentare, non solo dal punto di vista diportistico ma anche e soprattutto commerciale”.

Altra opera portuale significativa, per la parte nord della provincia di Trapani, è il porticciolo turistico di Valderice/Bonagia, anche alla luce delle trasformazioni che subirà il porto di Trapani. “Qui – continua l’onorevole Safina – la situazione è particolarmente complessa, non solo perché i 31 milioni di spesa previsti non basteranno alla luce dell’aggiornamento dei prezzi che dovrà essere effettuato, ma anche perché i 265 mila euro previsti dall’articolo 22, comma 24, della legge regionale n.25 del 21 novembre 2023, indispensabili per l’adeguamento del progetto e per gli studi di settore necessari per la valutazione ambientale VIA/VAS da parte del Ministero dell’Ambiente, per un inconcepibile errore non sono stati assegnati al dipartimento che li aveva richiesti e dunque non sono disponibili in bilancio. Il rischio, anche qui, è che a causa di tutti i ritardi accumulati, non si riesca ad accedere ai Fondi di sviluppo e coesione, rendendo vano ogni sforzo finora fatto per la costruzione di questa importante opera portuale”.

“Al di là di quanto sostenuto dall’amministrazione valdericina, infatti, – spiega ancora Safina – la situazione appare, purtroppo, completamente diversa. Va ricordato che, di fatto, la famosa delibera di giunta regionale dell’allora governo Musumeci, a cui spesso gli amministratori locali fanno riferimento, non prevede alcun obbligo per la Giunta Schifani di destinare le risorse dei Fondi di sviluppo e coesione per il porto di Bonagia”.

“Da qui il mio appello al presidente della Regione e alla sua giunta – conclude il deputato trapanese – affinché intanto si stanzino immediatamente i 265 mila euro per l’adeguamento della progettazione e per gli studi di settore indispensabili per le valutazioni ambientali necessari e rendere l’opera cantierabile nel più breve tempo possibile. E poi l’impegno ad assegnare una parte dei 130 milioni di fondi FSC destinati alle opere portuali della Sicilia per la realizzazione del porto di Castellammare e del porticciolo turistico di Valderice/Bonagia”.

Andrea Devicenzi e Lombardo Bikes sulla strada del Blues [AUDIO]

Un viaggio in bicicletta che porterà il pluricampione paralimpico a percorrere le 1600 miglia della Route 61 da Chicago a New Orleans
0-2 a Gavorrano e il Trapani Calcio conquista il suo secondo obiettivo stagionale. Ma non è "fortuna"
Un viaggio in bicicletta che porterà il pluricampione paralimpico a percorrere le 1600 miglia della Route 61 da Chicago a New Orleans
Assegnati oltre 3 milioni di euro dal Ministero per realizzare le strutture a Bosco e ad Amabilina
Per realizzare, adeguare o ampliare la viabilità al servizio delle aree rurali e delle aziende agricole
Nel 350° anniversario della sua apparizione a Santa Margherita Maria
"La corsa contro il tempo per inserire l'opera nell'Accordo di sviluppo e Coesione –FSC è seria e impegnativa"
Petit, nome d’arte di Salvatore Moccia, giovane artista classe 2005, finalista dell’edizione 2023 di “Amici” che ha appena pubblicato “PETIT”, il primo EP omonimo

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...
Trapani Shark-Udine

Bentornati play-off

Ne parliamo con Giacomo Incarbona
Garantita solo la diretta streaming sul canale YouTube della lega
Ieri il momento conclusivo del programma "Frutta e verdura nelle scuole"
Sarà utilizzato l’elenco degli idonei non vincitori del concorso indetto nel 2021
Erano su un’imbarcazione alla deriva a circa 10 miglia nautiche dal porto