Poma riconfermato a capo dell’AIA, Antonella Figuccio nuova delegata

Gli arbitri confermano Girolamo Poma alla guida della Sezione trapanese per il quadriennio olimpico 2020/2024

Gli associati della Sezione di Trapani dell’AIA (Associazione Italiana Arbitri) scelgono la continuità e confermano Girolamo Poma alla guida della Sezione trapanese per il quadriennio olimpico 2020/2024.

Grande affluenza all’Assemblea ed al voto. Alle urne, per la presidenza sezionale, si sono sfidati due candidati. L’ex osservatore arbitrale di Serie C, Vito Milana, già Presidente di Sezione nel quadriennio olimpico 2000/2004 e più volte Componente del CRA Sicilia, e per l’appunto l’uscente Girolamo Poma. Così come due sono stati i candidati alla carica di delegato sezionale: Giuseppe Lipari e Antonella Figuccio. Tre invece i candidati alla carica di Revisore dei Conti.

Per quanto riguarda la carica di presidente Poma ha ricevuto 66 dei 99 voti espressi, 31 a favore di Milana. Le schede bianche sono state due.

Eletta alla carica di Delegato Sezionale all’Assemblea Generale dell’AIA Antonella Figuccio che ha avuto la meglio su Lipari con ben 71 voti a fronte dei 26 voti a favore del giovane collega; anche qui sono state due le schede bianche. Eletti come Componenti del Collegio dei Revisori sezionali gli Associati Giuseppe Savio Conticello e Leonardo Orlando.

“Rivolgo a tutti indistintamente il mio più sentito ringraziamento per la significativa partecipazione ai lavori assembleari e sono sicuro che saremo in grado di mettere in atto le sinergie più efficaci per fare bene e, soprattutto, per stare bene tutti insieme”, ha dichiarato il neoeletto Girolamo Poma, che ha voluto rivolgere un pensiero anche alla neoeletta Delegata Sezionale Antonella Figuccio. “La scelta determinata della candidatura di Antonella, per le sue indiscusse competenze, qualità e doti morali si è palesata vincente, anche oltre ogni aspettativa”.

Il rieletto Presidente Sezionale Girolamo Poma nei giorni precedenti era stato insignito dal CONI con la Stella di Bronzo al Merito Sportivo per l’anno 2019, in riconoscimento delle benemerenze acquisite nella sua attività dirigenziale.