Pnrr: Cgil, Cisl e Uil Trapani sollecitano nuovamente i sindaci ad attivare tavoli comunali di confronto

“Preoccupati che tale strumento non venga sfruttato per affrontare le reali priorità del territorio”

Oltre un mese fa Cgil, Cisl e Uil Trapani hanno inviato ai sindaci trapanesi un documento con il quale si chiedeva di conoscere i progetti elaborati dai singoli comuni nell’ambito del PNRR, ricevendo soltanto la risposta delle amministrazioni municipali di Marsala, Alcamo e Mazara del Vallo.

“Torniamo a sollecitare le altre ventidue restanti amministrazioni – affermano i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Trapani Liria Canzoneri, Leonardo La Piana e Tommaso Macaddino – affinché diano una risposta celere alle nostre richieste inviate ormai sei settimane fa circa”.

I quadri dirigenti delle tre sigle confederali, infatti, a fine dello scorso mese di febbraio avevano convocato un attivo unitario “Per costruire insieme una prospettiva di rilancio della provincia di Trapani”.

A termine dei lavori era stato elaborato e approvato all’unanimità un documento da inviare ai sindaci della provincia di Trapani dove, per l’appunto, si chiedeva di conoscere l’elenco dei progetti in corso e in quale fase si trovano al fine di verificare lo stato dell’arte di ciascuno, le risorse impegnate, i tempi e i modi di realizzazione, al fine di chiedere alla Prefettura un tavolo di monitoraggio sul Pnrr.

“Siamo fermamente convinti – aggiungono Canzoneri, La Piana e Macaddino – che la provincia di Trapani possa realmente ripartire, ma per farlo serve la collaborazione di tutti i soggetti interessati, servono azioni mirate sui tanti temi cruciali che impattano sull’economia e sulla vita delle persone, insomma serve che riparta con assoluta celerità il dialogo sociale che deve diventare lo strumento fondante delle azioni che hanno come obiettivo il futuro e la crescita della provincia. Il Pnrr è uno strumento osannato da tutti ma usato a dovere da pochi, per cui la nostra preoccupazione è che le somme disponibili non vengano spese sufficientemente per le nostre città e per i suoi cittadini e che quindi tale strumento non venga sfruttato per affrontare le reali priorità del territorio. Il Piano può garantire sviluppo e ridisegnare in meglio la nostra provincia, per cui è da considerarsi come un treno che è assolutamente vietato perdere!”.

Il “Battesimo di Cristo” dal pennello di Edoardo La Francesca [AUDIO]

Il pittore trapanese ha dipinto la tela che adornerà la chiesa di San Giuseppe a Castellammare del Golfo
Sanzioni per un gruppo di turisti, un gestore di lido balneare e un noleggiatore di attrezzature da spiaggia
La notizia è stata comunicata durante una riunione alla Prefettura di Trapani
Quando si raggiungono i 35 gradi, in assenza di risveglio in grado di mitigare il rischio nei cantieri, bisogna interrompere le attività
Tecnici al lavoro per ripristinare l'alimentazione delle pompe che attingono acqua dai pozzi di Sinubio
Schifani e Turano: «La Regione investe sui giovani, risorse triplicate»

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Per il nuovo film di Margherita Spampinato dal titolo "Gela"
Nel 2024 si stima che saranno raccolte 3.504 tonnellate di imballaggi in acciaio, un +40,7% rispetto al 2023
Il segretario provinciale del Partito Democratico critico sulla riforma voluta dal governo nazionale
Forgione: "La nostra priorità è mantenere le nostre isole pulite e accoglienti"