Pantelleria, rinvenuto ordigno bellico nel centro abitato

Durante i lavori di demolizione di un edificio

Una bomba d’aereo inesplosa di fabbricazione statunitense, verosimilmente risalente al secondo conflitto mondiale, è stata rinvenuta durante i lavori di demolizione di un edificio in pieno centro abitato a Pantelleria dove sarà
realizzato un asilo al posto di un immobile risalente agli anni Ottanta che avrebbe dovuto ospitare una casa di riposo per anziani. Costato un miliardo delle vecchie lire, non fu mai completato.

I lavori, avviati dal Comune con i fondi del PNRR, sono stati sospesi e l’area di cantiere è vigilata h24 a cura delle Forze dell’ordine.

Per programmare le operazioni di disinnesco, ieri si è tenuta negli uffici della Prefettura di Trapani una prima riunione di coordinamento con la partecipazione dei rappresentanti del Comune di Pantelleria, delle Forze dell’ordine, del IV Reggimento Genio Guastatori di Palermo, dei Vigili del Fuoco e della Croce Rossa Italiana.
La data in cui si procederà alle operazioni di rimozione e neutralizzazione dell’ordigno non è stata ancora resa nota.

Secondo quanto riferito dal sindaco Fabrizio D’Ancona, un ulteriore sopralluogo tecnico sarà effettuato domani mattina per capire se il raggio di evacuazione dal punto dove giace l’ordigno sarà nell’ordine di 500 metri o maggiore.

L’ampiezza dell’area da evacuare è un punto molto delicato. Se dovesse essere superiore a 500 metri coinvolgerebbe non solo tutto il centro urbano – con abitazioni, scuole, negozi e uffici pubblici – ma anche l’ospedale “Nagar”, che dista poco più di 600 metri, e l’area del porto.
Giovedì mattina si svolgerà un secondo incontro alla Prefettura per definire le procedure necessarie e risolvere la problematica. Non è ancora noto dove la bomba sarà fatta brillare.

Il verde pubblico a Trapani non è coltura ma… Cultura [REPORTAGE]

Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine
Accompagnerà i presenti in un viaggio culinario tra le ricette tradizionali della sua terra e le sue creazioni quotidiane
La storica dell'Arte Lina Novara nominata direttrice del Museo Diocesano

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
In via Emanuela Loi e al Museo intitolato a Paolo Borsellino
Completato il revamping di due pozzi a Castelvetrano, in dirittura di arrivo quello dei pozzi di Trapani e Calatafimi