Paceco, si dimette l’assessore Basiricò: ha vinto concorso per ufficiale della Guardia di Finanza

Gianni Basiricò sceglie la carriera lavorativa. Il sindaco Scarcella ha espresso un sentito ringraziamento per l’impegno altamente qualificato

L’assessore Gianni Basiricò si è dimesso oggi dalla carica di assessore dell’Amministrazione comunale di Paceco, perché vincitore di un concorso per Ufficiale della Guardia di Finanza che lo porterà lontano dalla Sicilia.

Ricevuta la lettera di dimissioni, il sindaco, Giuseppe Scarcella, ha espresso «un sentito ringraziamento, personale e a nome della Giunta, per l’impegno, altamente qualificato, profuso da Gianni Basiricò in seno all’Amministrazione comunale, con l’augurio di un mondo di bene e di sempre maggiori soddisfazioni professionali nel corso della sua carriera».

Di seguito, il testo integrale della lettera di dimissioni.

«Egregio Signor Sindaco,
con la presente rassegno le dimissioni dalla carica di assessore comunale della Giunta da Lei presieduta, per impegni professionali non rinviabili che mi vedranno costretto, tra l’altro, a trascorrere lunghi periodi lontano dalla nostra città.
Sono appena risultato vincitore di un concorso, per titoli ed esami, che prevede il transito dal ruolo di Ispettore a quello di Ufficiale della Guardia di Finanza.
L’occasione, sia pur di commiato, mi è gradita per porgere un sentito e vivo ringraziamento nell’avermi dato la possibilità di vivere questa esperienza amministrativa che ha rappresentato, altresì, il coronamento di un impegno politico che mi ha visto coinvolto quale consigliere comunale sin dal 2008.
Un ringraziamento va, inoltre, agli amici consiglieri comunali del mio gruppo, a tutti i colleghi assessori che ho avuto modo di conoscere ed apprezzare e con i quali si è instaurato un rapporto di cordialità e di reciproca condivisione di tutti gli atti amministrativi sottoposti all’attenzione della Giunta comunale in questi ultimi mesi.
Analogo ringraziamento rivolgo a tutti i dipendenti e a tutti i funzionari dell’amministrazione, in particolare alla signora Tarantino e al Dott. Daidone; un ringraziamento per l’impegno quotidiano profuso e la totale disponibilità a raggiungere gli obiettivi e gli indirizzi politici che la Giunta Comunale ha inteso portare avanti nell’interesse della collettività.
Nel contesto di una consiliatura particolarmente difficile, ho cercato di svolgere la mia attività nel segno della massima trasparenza, con assoluta correttezza e disponibilità, e nel rispetto di tutti i ruoli e delle diverse sensibilità.
Mi sia consentito rivolgere un ringraziamento particolare e un abbraccio a tutti i consiglieri comunali, sia di maggioranza che di opposizione, a cui va riconosciuto il merito e la sensibilità di aver collaborato – anche se con ruoli diversi – alle varie attività istituzionali riferite alle mie deleghe.
Quasi mai ho negato la mia presenza in consiglio comunale, così pure nella Giunta, perché ho sempre pensato, e continuo a pensare ancora oggi, che l’aula del civico consesso, come tutte le aule istituzionali, è e deve rimanere l’unico luogo dove si devono confrontare le idee, le proposte e le iniziative atte a migliorare la qualità di vita della nostra collettività e dove la diversità deve diventare ricchezza per il bene di ogni cittadino.
Nel segno di una rinnovata stima, torno a ringraziarLa per l’onore e la fiducia accordatemi che mi hanno consentito di mettere a disposizione della mia città il mio modesto contributo e la mia passione politica.
A Lei Signor Sindaco, ai signori Assessori e a tutti i Consiglieri Comunali gli auguri di un proficuo e duraturo lavoro».