Operazione “Sorella Sanità”, Miccichè: “Non so chi sia Damiani”

Il sottosegratario Gianfranco Miccichè,durante l'assemblea costituente di Forza del Sud,movimento politico di Gianfranco Miccichè oggi 30-ottobre-2010 (Teatro Politeama).ANSA/MIKE PALAZZOTTO

“Non so chi sia Damiani, non mi sono mai occupato di atti della Sanità. Scrivere che io sia stato lo sponsor persino di uno che non conosco è inaccettabile”.

Lo dice il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, a proposito delle notizie girate su alcune testate e relative all’arresto del manager dell’Asp di Trapani, Fabio Damiani, coinvolto nell’indagine della Guardia di finanza sulle tangenti negli appalti nella sanità in Sicilia.

“Se un solo organo di informazione si permetterà di scrivere che io sono lo sponsor del signor Damiani, tramite mio fratello Guglielmo, che nella sua vita non mi ha mai fatto una telefonata per sponsorizzare né Damiani, né altri, subirà una denuncia penale e civile per risarcimento danni. Mi sono scocciato – aggiunge il presidente dell’Ars – di sopportare organi di stampa che, leggendo nell’ordinanza del gip il tentativo non riuscito di farsi sponsorizzare da me, scrivono tutto il contrario, affermando che io sarei lo sponsor di Damiani”.