Operazione “Bronx”2

CASTELVETRANO – I carabinieri della locale Compagnia hanno eseguito una vasta operazione destinata a disarticolare un sodalizio criminale radicato a Partanna, Salemi e Santa Ninfa che riforniva di cocaina e hashish i giovani della Valle del Belice. Dieci le persone, arrestate, una attivamente ricercata , mentre per due giovani è scattato l’obbligo di dimora. Le ordinanze, emesse dal Gip del Tribunale di Marsala, su richiesta della Procura della Repubblica sono state eseguite da un centinaio di carabinieri che hanno effettuato anche numerose perquisizioni nei Comuni di Partanna, Santa Ninfa, Salemi, Vita e Palermo. Il losco giro di affari fruttava circa 10.000 euro a settimana. Al momento non si hanno elementi sul coinvolgimento della mafia, sebbene il sodalizio criminale abbia operato nel regno del boss latitante Matteo Messina Denaro. Questi i nomi dei destinatari dei provvedimenti eseguiti oggi: Davide Ancona, Saverio Bellafiore, Gaetano Farro, i fratelli Vincenzo e Alessio Minore, Giuseppina Valentina  Tudisco, Vito De Priamo, Giovanni Ingraldi, Maurizio Cangemi, i fratelli Giuseppe e Francesco Di Stefano e Antonino Falletta. Il ricercato è Francesco Casisa, palermitano.