Operativo l’accordo idrico: più acqua nella zona di Marausa e di Birgi

Più acqua per la zona di Marausa e dell’aeroporto di Birgi. Una frazione spaccata in due: metà di Trapani, metà di Marsala. Con servizi idrici, quindi, diversi. Ora c’è l’accordo, con la regia della Regione.

“Arriva la soluzione ai problemi di approvvigionamento idrico nell’area di Marsala che interessa l’aeroporto Birgi e nelle isole di Favignana e Levanzo” annuncia Eleonora Lo Curto, capogruppo Udc all’Assemblea regionale siciliana.

“Il governo regionale, su proposta dell’assessore Alberto Pierobon, ha avviato le procedure per realizzare i lavori che potenzieranno la condotta idrica nella zona aeroportuale e nelle Egadi. Finalmente, con l’accordo tra i comuni di Trapani e Marsala, l’Eas e l’Ati idrico, verranno realizzate opere attese da tempo la cui gestione passerà a Siciliacque”.

Il servizio idrico cittadino di Trapani si basa sulla della captazione, adduzione e distribuzione dell’acqua potabile emunta di pozzi del Sistema idrico Bresciana, dai pozzi di Inici e dal Pozzo Madonna; altra fonte disponibile ma utilizzata in modo incostante è l’acqua del sistema Montescuro che è gestita dal Siciliacque (Società a partecipazione Regionale) e viene acquistata in occasione di crisi oppure quando in estate le falde si deprimono diminuendo così l’apporto idrico necessario.

“Intendo ringraziare il presidente Musumeci e l’assessore Pierobon – aggiunge Eleonora Lo Curto – per la solerzia con la quale hanno affrontato la problematica relativa al miglioramento della distribuzione idrica in questa porzione del territorio trapanese. Si tratta di un intervento richiesto dai cittadini, che ora trova realizzazione grazie ad una delibera approvata dalla Giunta regionale. Mi sono fatta portavoce, nei mesi scorsi, delle istanze del territorio con l’assessore Pierobon assicurandogli tutto il mio sostegno nel suo lavoro che oggi porta a questo importante risultato e che prevede tra l’altro anche la manutenzione dell’acquedotto “Bresciana” che approvvigiona Favignana e Levanzo”.

La adduzione avviene mediante tre lunghe condotte di cui una a gravità e le altre due in parte soggette a pompaggio. La distribuzione è destinata al territorio Trapanese ed a quello dell’arcipelago delle Egadi, inoltre è eseguito un servizio fuori territorio per le frazioni di Bruca del Comune di Buseto Palizzolo e di Ballata di Erice. L’erogazione nel territorio è affidata tre reti: due nelle frazioni a maglia aperta (sud ed est) ed una in città a maglie chiuse.

L’accordo era arrivato lo scorso luglio e verteva nell’attuare un piano concreto di sviluppo infrastrutturale, economico e sociale che punti anche al miglioramento della qualità dei servizi degli abitanti di questo territorio, vitale quella del servizio idrico. Nel dettaglio, verificate le condizioni di procedibilità con gli assessori Ninni Romano e l’assessore Andreana Patti, il sindaco Tranchida aveva dato via libera all’accordo che consente un collegamento che assicura una risorsa idrica di 5 litri secondo agli abitanti della frazione di Birgi del territorio di Marsala. Ora quell’accordo è realtà.