Omicidio Anastasi, la Procura chiede il giudizio immediato

TRAPANI – La Procura della Repubblica di Trapani ha richiesto il giudizio immediato per Salvatore Savalli e Giovanna Purpura, i due amanti che lo scorso 4 luglio nelle campagne di Paceco avrebbero ucciso Maria Anastasi, 39 anni, moglie di Savalli. La donna era al nono mese di gravidanza e aspettava il quarto figlio dal marito. Per Savalli l’accusa è di omicidio preterintenzionale, aggravato dalla crudeltà – avendo ucciso la moglie a colpi di piccone e avendo cercando di bruciane il corpo. A Giovanna Purpura viene contestato il reato di è concorso materiale e morale. Mentre i due continuano ad accusarsi a vicenda e a fornire versioni contrastanti dei fatti il movente è certo: la volontà di togliere di mezzo una persona che ostacolava il loro rapporto.