Ombra boccia il people mover: “Spostare l’aereostazione costerebbe di meno”

"Fondamentale avere un collegamento tra l'aeroporto e la rete ferroviaria ma deve essere compatibile economicamente e ambientalmente"

La possibilità di creare un collegamento più stabile tra l’aeroporto Vincenzo Florio e la ferrovia è assolutamente importante. Bisogna, però, capire quanto è compatibile dal punto di vista economico e che impatto ambientale possa avere nei confronti dell’aeroporto stesso”. Le parole di Salvatore Ombra, numero uno di Airgest, l’azienda che si occupa della gestione dell’aeroporto di Birgi, sono di apertura verso il progetto proposto per il nuovo collegamento.

I dubbi, tuttavia, non sono pochi: “Che qualificazione della rete ferroviaria intende fare le Ferrovie? Se l’anello che in questo momento unisce Trapani a Palermo via Milo e che prosegue a Marsala e Castelvetrano verrà raddoppiato e totalmente elettrificato – e non solo in parte come previsto per ora (ndr.) – allora il progetto è condivisibile. Tutto dipende se si intensificano i collegamenti: se la frequenza rimane quella odierna la riflessione è obbligatoria”.

Il presidente di Airgest spiega come i costi di realizzazione di opere come queste siano mastodontiche. “Ho prospettato, durante l’incontro, anche altre soluzioni. Quella più economica è una passerella, o comunque un percorso a piedi, che unisca un punto della linea ferrata con l’aeroporto anziché un vero e proprio nodo ferroviario che possa impattare in modo importante l’ambiente e il territorio stesso”.

Ombra boccia le proposte che vedono la realizzazione di un people mover come quelli di Pisa o di Bologna. “Non è fattibile perché non sarebbe gestibile – aggiunge -, per avvicinare la linea ferrata all’aeroporto ci vogliono 200 milioni di euro. Fare una simil stazione dentro l’aeroporto costerebbe 120 milioni di euro. Se questi sono i numeri – dice quasi provocatoriamente Salvatore Ombra – la cosa più semplice sarebbe abbattere totalmente l’aerostazione e spostarla in blocco più avanti e più vicina alla rete ferroviaria. Costerebbe “solo” tra i 20 e i 30 milioni di euro con il risultato di avere una stazione completamente nuova”. Insomma, le discussioni sono ancora all’inizio.

Marconi Express, il people mover di Bologna che collega aeroporto alla stazione dei treni
Il brindisi con gli Shark a Palazzo D'Alì 240611

Mentre Shark brinda l’assessore risponde alla Lega Nazionale Pallacanestro [VIDEO]

Adesso si cambia regime, si passa al professionismo un'era nuova che davvero non vediamo l'ora di vivere"
"Essenziale conoscere le modalità della truffa e denunciare", dicono gli investigatori
Per potenziare i percorsi di tutela dei migranti in condizioni di fragilità in arrivo e inseriti nel sistema di accoglienza
Lunedì 17 giugno al Baglio Elena con esperti, politici e tecnici
Iniziativa dei consiglieri comunali di minoranza
15 anni di carriera con all’attivo nove album e oltre 200 live, lo scorso 31 maggio è uscito “Mezzo rotto”, il nuovo singolo feat. Bigmama
La mostra, articolata in due musei, il Cordici e il Wigner San Francesco, presenterà opere di Andy Warhol e Mario Schifano

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Sindaci e Rete Territoriale per l'inclusione sociale hanno approvato le programmazioni delle quote assegnate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Iniziativa con gli studenti del “Professionale produzioni tessili e sartoriali” dell’Istituto “Calvino - Amico”
Sotto le mentite spoglie del geometra di Campobello di Mazara il capomafia di Castelvetrano si curava dal cancro