Niente bagnini a San Giuliano: spiaggia libera senza controlli e assistenza [AUDIO]

Ne parliamo con il consigliere comunale d'opposizione al comune di Erice Vincenzo Maltese

In questa intervista rilasciata a TrapaniSì.it da Vincenzo Maltese, consigliere comunale di opposizione ad Erice, parliamo del problema ancora irrisolto dell’assistenza ai bagnanti. Il servizio che dovrebbe essere garantito dal Comune di Erice ancora non è partito.   Nell’articolo la trascrizione dell’intervista, per ascoltare il podcast schiaccia PLAY

COMUNICATO STAMPA: “Ancora una volta  l’amministrazione Toscano fa i conti con sé stessa, con l’assenza di programmazione. Oggi, 3 luglio, conferma di non essere in grado nemmeno di mantenere ciò che promette.
Era il 16 maggio quando con un comunicato stampa si comunicava che il servizio di vigilanza spiagge sarebbe partito dal 15 giugno e pertanto aveva chiesto il contributo regionale.
Era il 17 giugno quando, in replica alle mie dichiarazioni circa l’assenza dell’avvio del servizio la sindaca scriveva testualmente: “si precisa che il servizio sarà senza dubbio attivato presumibilmente dal 1° luglio”.
Il dubbio invece c’era e oggi ne abbiamo avuto certezza. Contrariamente ad altri Comuni limitrofi, anch’essi a vocazione turistica, ad Erice, nella spiaggia libera di San Giuliano, non è partito nessun servizio di guardia spiaggia e a questo punto confermo che, a parer mio, difficilmente potrà essere avviato! Quando si tratta di programmare, questa Amministrazione riesce a farlo solo grazie alla collaborazione delle associazioni locali. Quando invece deve fare partire un servizio con le proprie forze, dimostra tutte le sue difficoltà”.

Ecco il contenuto dell’intervista odierna:
– Oggi, siamo a mercoledì 3 luglio, è una bella giornata un po’ nuvolosa ma questo vento di maestrale rende mosso il Mar Tirreno, quello che bagna la Sicilia occidentale dalla parte del Lido San Giuliano. Ci possiamo fare un sereno tuffo estivo nell’acqua del mare di San Giuliano, lo chiediamo al consigliere comunale Vincenzo Maltese che oggi ha diramato una allarmante nota non soltanto di carattere politico ma, anche dal profondo significato sociale. Intanto buongiorno Vincenzo Maltese…

– Buongiorno a tutti gli ascoltatori.

– E allora, siamo al 3 luglio, questa è la cosa decisamente più importante, le spiagge del litorale ericino, e non soltanto ericino, sono ormai piene di bagnanti ma qual è la denuncia?

– La denuncia è quella che io già ho inoltrato qualche mese fa, un mesetto fa quando l’amministrazione comunale, tramite un comunicato stampa, comunicava che il servizio di vigilanza attiva sulla spiaggia di San Giuliano, a mezzo di guardia spiagge, sarebbe dovuto partire il 15 giugno. Poi ci fu una rettifica perché sostenevano che in realtà il 15 giugno era il termine ultimo per poter chiedere il contributo regionale per espletare questo servizio, cosa che loro hanno fatto, ma sostanzialmente ad oggi 3 luglio non abbiamo notizia di questo fondamentale ed essenziale servizio che sarebbe dovuto partire secondo la seconda nota stampa del Comune il primo di luglio. Tant’è che io nel comunicato che ho inoltrato stamattina ho allegato anche i due comunicati del Comune stesso dove sostanzialmente l’amministrazione confermava e garantiva che questo servizio sarebbe partito certamente, parole della sindaca, il primo di luglio. Oggi siamo a mercoledì 3 luglio ma non c’è traccia di alcun servizio di vigilanza a spiagge.

– Questa è decisamente la nota, diciamo così, allarmante perché, noi che sin da bambini abbiamo iniziato a farci i bagni a San Giuliano sappiamo che in situazioni di mare mosso, con le correnti e le risacche il mare di San Giuliano è pericoloso, perché fai un passo tocchi, fai un altro passo e non tocchi più e vieni travolto. Queste cose i tanti turisti che vengono e che affollano la nostra spiaggia, entusiasti perché si vogliono divertire, non le sanno e potrebbe capitare proprio al  turista ignaro o a chiunque che ha voglia di divertirsi, ma dico anche il bambino che scappa dalle mani della mamma e si perde sulla spiaggia, queste cose sono compito del guardia spiaggia.

– Ma anche come tanti piccoli infortuni che possono capitare, qualche piccola ferita, qualche puntura di medusa per esempio, ricordo che nei lidi attrezzati, come hai detto bene tu caro Nicola, il bagnino svolge anche questo altro compito di dare assistenza a coloro che ne hanno bisogno, oltre che ad informare sulle condizioni meteorologiche, su quello che è consigliabile, sulla distanza oltre la quale non bisogna spingersi, perché magari ci possono essere delle risacche, delle correnti, quindi dare questo tipo di informazioni che sono importanti e fondamentali per chi decide di passare una giornata al mare con la propria famiglia.

– Certo non chiediamo, visto che noi siamo cresciuti con le immagini che arrivano dall’America di Baywatch, quelle belle bagnine alla Pamela Anderson, non chiediamo questo, ma chiediamo l’essenziale, insomma quella persona con la maglietta rossa a cui fare riferimento in casi di emergenza. Ma la cosa ancora più preoccupante, dando le notizie proprio di questo inizio estate, è che questo servizio di guardia spiaggia è obbligatorio nei lidi privati e, dai controlli della Guardia Costiera, ne sono stati trovati alcuni sprovvisti di questo servizio. Non è che alla base di tutto c’è una penuria di bagnini? Che ne pensa consigliere Martese?

– Diciamo che c’è stata un’inversione nel sistema. Io ritengo che questo sistema di vigilanza sia stato anche organizzato in base alle associazioni di volontariato che davano la disponibilità e quindi, secondo una logica di volontariato, gli assistenti bagnanti che avevano il brevetto davano la disponibilità a poter espletare questo servizio. E’ chiaro che si tratta, in realtà, di lavoratori che devono essere messi in regola, ai quali ovviamente il datore di lavoro, nel caso del privato è il titolare del Lido, deve ovviamente versare i contributi previdenziali e quindi è chiaro che il costo lievita ed è lievitato.
Diversamente dal bagnino della spiaggia libera, dove la logica che veniva utilizzata dalle Pubbliche amministrazioni era quella delle associazioni di volontariato che, magari, utilizzavano, non voglio utilizzare la parola sfruttando, la buona volontà dei ragazzi con il brevetto di guardia spiaggia per espletare questo servizio e guadagnare qualcosina nel periodo estivo. Questo è il ragionamento che viene fuori in questi anni.

– Certo, ma queste non sono scusanti, non sono alibi, il servizio è indispensabile.

– Se pensiamo che nei centri a vocazione turistica, come San Vitolo Capo, come Castellammare del Golfo, il servizio è partito per tempo, il contributo è stato chiesto per tempo e già al 15 di aprile è arrivata la manifestazione d’interesse, la disponibilità di assumere questo servizio.
Il 5 di maggio già c’era l’affidamento del servizio. Il 5 di maggio, qui stiamo parlando che siamo arrivati al 3 di luglio e non si hanno notizie di chi dovrebbe andare a espletare questo servizio, quindi da qui tutte le mie perplessità che il servizio possa realmente partire, anche quest’anno.

– E allora, ognuno ha il suo compito, il consigliere comunale di Fronte Comune, avvocato Vincenzo Maltese, ha ancora una volta messo il dito nella piaga, sollevando questo problema. Ci auguriamo che adesso, al più presto, chi di dovere lo possa risolvere. Sono convinto che anche lei si unirà al nostro invito, per tutti coloro che ci stanno ascoltando: finché non si sistema questa situazione, dobbiamo essere prudenti in spiaggia.

– Prudenti e tenere gli occhi aperti, certo.

Tari, ecco come e perchè aumenta per i Trapanesi [AUDIO]

Ce lo spiega Alberto Mazzeo, assessore al Bilancio e alle Finanze del Comune di Trapani
Ce lo spiega Alberto Mazzeo, assessore al Bilancio e alle Finanze del Comune di Trapani
Il femminicidio avvenne il 24 dicembre 2022 a Marinella di Selinunte
L'episodio è avvenuto nella notte tra il 25 e il 26 giugno scorso
L'episodio è avvenuto lo scorso anno vicino al Canile comunale
Il 23enne centrocampista arriva da svincolato
Il playmaker statunitense proviene da Rio Breogàn, squadra militante nel massimo campionato spagnolo
Sabato sera si è svolto il quarto appuntamento della rassegna concertistica, arricchito da aneddoti e racconti
La manifestazione si protrarrà fino al 28 luglio
Lo hanno siglato il questore Giuseppe Peritore e la presidente Aurora Ranno

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Con le mie ali, trovare sé stessi, cambiare il mondo" vuole essere un’indagine sui cambiamenti di prospettiva del mondo giovanile
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine