Nasce la “Rete Donne Trapani” per le pari opportunità e la lotta alla violenza di genere

La nascita della “Rete Consultiva Provinciale Donne Trapani“  è un forte segnale sociale, un patto territoriale reso possibile grazie al lavoro di infaticabili donne

Nasce la Rete Consultiva Provinciale Donne Trapani, tante personalità della provincia per un futuro migliore. Un appello a tutte le donne, un invito a farsi protagoniste del rinnovamento sociale tanto atteso e divenuto oramai irrinunciabile. Questo quanto emerso nel corso del webinar dello scorso 23 aprile dal titolo “Noi… uniche e diverse, leva per il cambiamento” sintesi dell’unicità ma anche della comunione di intenti che unisce le donne, le quali, proprio per l’importante ruolo sociale e familiare che ricoprono, possono farsi portatrici sane di quella leva che come già noto, può sollevare il mondo e cambiare quelle tante, troppe, cose che ancora le penalizzano.

La nascita della “Rete Consultiva Provinciale Donne Trapani“  è un forte segnale sociale, un patto territoriale reso oggi possibile grazie al lavoro e all’impegno di infaticabili donne promotrici di questa importante iniziativa. Si tratta di donne provenienti dal mondo della politica, libere professioniste, insegnati, attiviste, nonché appartenenti ad associazioni da anni impegnate a promuovere quel cambiamento sociale tanto atteso, che sarà possibile consolidare promuovendo innanzitutto il rispetto della differenza di genere e quindi le pari opportunità.

Un lavoro ambizioso, ma necessario, che va fatto nel territorio e che ha bisogno di partecipazione. La Rete, infatti, si propone come un tavolo permanente aperto a tutte le donne, che potranno presenziare agli incontri periodici che si terranno per discutere le idee, le proposte e le iniziative che avranno come obiettivo quello di agire compiutamente sulla condizione culturale, sociale, economica, lavorativa e politica delle donne nel nostro territorio.

Vige ancora un tipo di società dove a prevalere è la visione maschilista e dove prevalgono stereotipi che in realtà stridono con la strada di rinnovamento intrapresa, con quel cambio di stile fortemente voluto e reso necessario grazie alla costante evoluzione culturale della donna. I risultati raggiunti sia nell’ambito scolastico sia nel perfezionamento delle competenze lavorative, oltre che intellettuali, consentono alla donna di occupare ruoli dirigenziali finora appannaggio quasi esclusivo degli uomini. Molte cose sono cambiate e il percorso è ancora in salita. La lotta quotidiana delle donne per l’affermazione dei propri diritti e della parità non può restare incompiuta.

La Rete femminile proposta dalle partecipanti al convegno online della scorsa settimana, che si sono distinte per passione, determinazione, competenze e professionalità, è il segno tangibile di un bisogno sociale che necessita di un’azione programmatica a supporto del mondo femminile. Serve dunque un patto territoriale tutto al femminile per costruire azioni coordinate da portare avanti unitamente.

Un messaggio forte e chiaro rivolto alla politica ma anche al mondo maschile, che non deve essere un ostacolo al raggiungimento della piena e consapevole autonomia femminile. Fra le ospiti del Seminario Interattivo anche Margherita Ferro Consigliera di Parità Regione Sicilia, puntuale come sempre a richiamare l’attenzione territoriale sui tempi più importanti dell’attualità. Variegato il parterre delle partecipanti che hanno contribuito alla prima stesura dell’iniziativa come Antonella Granello, Valentina Villabuona, Valentina Colli, Adele Pipitone, Anna Maria Bonafede, Antonella Milazzo, Benedetta Schifano, Gisella Mammo Zagarella, Linda Licari, Luana Alagna, Ninfa Parrinello, Patrizia Barbera, Francesca Strazzera, Nina Pantaleo, Pina Mandina e Precious Flint, una donna nigeriana punto di riferimento delle donne immigrate, attualmente in collaborazione con Medici senza Frontiere e Croce Rossa.

È già attivo l’indirizzo mail retedonneprovtp@gmail.com al quale poter inviare sia le proposte che le eventuali adesioni alla rete.

Le borse di studio al Polo Universitario di Trapani, i dettagli [AUDIO]

Ne parliamo con la professoressa Giovanna Parisi, coordinatrice del corso di laurea in Biodiversità e Innovazione Tecnologica
Ne parliamo con la professoressa Giovanna Parisi, coordinatrice del corso di laurea in Biodiversità e Innovazione Tecnologica
Schifani: «Ordinanza per tutelare la salute degli addetti più a rischio»
La vicenda riguardava la gestione del depuratore
Si prosegue, fino al 20 luglio, con un ricco programma di proiezioni a cielo aperto, incontri e dibattiti, degustazioni e spettacoli
Due mesi di concerti, spettacoli e performance che abbracciano sette secoli di storia musicale, dal Medioevo al Barocco
L'inizio della sua collaborazione con la squadra di calcio cittadina risale al 1975

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
L'organismo ha lo scopo di effettuare un monitoraggio congiunto e una valutazione complessiva degli interventi
Il sindaco Forgione: "Bloccate risorse per importanti opere"
Un'altra divertente intervista al talentuoso "trumpet player" trapanese, che ha fatto breccia anche nel mondo dei Griffin
Si spazierà tra proposte differenti che vadano incontro a pubblici diversi, tra teatro, musica e danza
Fondato nel 1991, per iniziativa di Antonio Sottile, ha preso parte a centinaia di concerti e manifestazioni artistiche in Italia e in Europa
Il teatro si colorerà di un immersivo fuoco "buono" che assale le colonne, si inerpica e tinge il tempio di rosso. Le repliche si terranno il 16, 17 e 18 luglio
Inaugurazione il 21 luglio, alle ore 19:00, con il concerto "Capo Verde in Musica Jerusa Barros 4th” presso il teatro a mare “Pellegrino 1880”
Dal 17 al 19 luglio in corrispondenza di un passaggio a livello