Gli addetti alla sicurezza non erano tra quelli iscritti negli appositi registri della Prefettura