Minaccia e picchia la compagna, i Carabinieri arrestano in flagrante un 43enne

Arrestato in flagrante dai Carabinieri della Stazione di Castellammare del Golfo un 43enne nato in Romania ma da anni residente nella cittadina. L’uomo è accusato di maltrattamenti in famiglia nei confronti della compagna con cui conviveva.

La donna nel pomeriggio dello scorso 3 dicembre si era presentata in caserma denunciando ripetuti episodi di violenza tra le mura domestiche da parte del compagno che andavano avanti dal 2013. Nell’ultimo periodo, complici il lockdown, prima, e le restrizioni connesse all’emergenza Covid-19, dopo, che lo hanno portato a trascorrere più tempo in casa, le gravi minacce verbali e le aggressioni fisiche erano aumentate, tanto da destare nella donna grande preoccupazione per la propria incolumità.

Per evitare ulteriori conseguenze i militari avevano accompagnato la donna e la figlia tredicenne nell’abitazione della madre, attivando la procedura introdotta dal cosiddetto “Codice rosso”. La stessa sera però, è giunta alla Centrale Operativa dei Carabinieri la segnalazione di un uomo che, in evidente stato di ubriachezza, inveiva in una via cittadina. La pattuglia giunta sul posto ha accertato che si trattava del rumeno il quale, armato di coltello e in preda all’ira, si era presentato sotto l’abitazione della madre della compagna, minacciando quest’ultima con insistenza.
L’uomo è stato bloccato e disarmato, arrestato e condotto alla Casa circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani dove, a seguito della convalida del giudice, resta a disposizione dell’Autorità giudiziaria.