Minaccia armato di coltelli la compagna del padre, arrestato un 35enne a San Vito Lo Capo

Un uomo di 35 anni è stato arrestato ieri dai Carabinieri di Custonaci e San Vito Lo Capo per maltrattamenti in famiglia.

I militari sono intervenuti in un albergo di San Vito Lo Capo su richiesta della titolare della struttura, compagna del padre adottivo dell’arrestato, poiché quest’ultimo l’aveva minacciata armato di coltelli da cucina. L’uomo, di origine uruguaiana, era in evidente stato confusionale, forse dovuto all’assunzione di sostanze alcoliche o stupefacenti, e i carabinieri lo hanno bloccato e disarmato prima che potesse fare del male a qualcuno.

Nel corso delle successive perquisizioni sull’uomo e nella sua abitazione i militari dell’Arma hanno rinvenuto una dose di marijuana che è stata posta sotto sequestro insieme ai coltelli utilizzati per minacciare la donna che, visibilmente scossa per l’accaduto, ha raccontato che l’arrestato già in passato l’aveva minacciata e aveva avuto comportamenti aggressivi nei suoi confronti, divenuti sempre più frequenti dopo la morte del padre adottivo.

Temendo per la propria incolumità, la donna aveva lasciato l’abitazione familiare a San Vito Lo Capo e si era trasferita nel suo albergo, sperando di evitare ulteriori aggressioni ma così non è stato. Per questi motivi, concluse le formalità di rito, l’uomo è stato dichiarato in arresto e sottoposto ai domiciliari in attesa delle determinazioni dell’Autorità giudiziaria di Trapani.