Minacce al procuratore Viola

TRAPANI – Una lettera di 4 pagine contenente minacce è stata recapitata al procuratore Marcello Viola. La missiva oltre all’avvertimento che ricorda alcune frasi che Paolo Borsellino pronunciò prima dell’attentato, sull’arrivo del tritolo per lui a Palermo, contiene dettagliatissime informazioni su alcune indagini condotte dal magistrato, da quella sul sequestro del patrimonio dell’ex patron della Valtur Carmelo Patti, a quella sugli ammanchi al Vescovado che vede indagato, tra gli altri, don Ninni Treppiedi, ex direttore amministrativo della Curia. L’anonimo mostra di conoscere diversi particolari del lavoro del procuratore e della sua sicurezza. Lettere analoghe sarebbero state inviate anche ad autorità palermitane. Nei mesi scorsi Viola era stato vittima di altre intimidazioni e per questo gli era stata rafforzata la scorta.

Solidarietà al Procuratore Viola è stata espressa dall’Ordine degli Avvocati di Trapani che ha testimoniato a nome degli aderenti la stima e il sostegno al magistrato e dal presidente del Consiglio provinciale Peppe Poma a nome dell’intero consesso provinciale.