L’Handball Erice si aggiudica la finalina: terzo posto in Coppa Italia

Battuta Maestrino 28 a 35. Buona prova delle Arpie che chiudono positivamente la Coppa Italia. Nominata MVP dell'incontro Matilde Tisato

MESTRINO 28
ERICE 35

Alì-Best Espresso Mestrino: Biondani 1, Cabrini, Cappellaro 4, Jevremovic 5, Lucarini 6, Luchin, Pugliese 1, Rauli, Sabbion, Schima, Schinca 4, Stefanelli 7, Casetti. All.: Lucarini

AC Life Style Erice: Barreiro Guerra, Benincasa, Coppola, Marino, Martinez Bizzotto 5, Michalski 6, Modernell, Nangano, Natale 4, Perazic, Podariu, Priolo 1, Ravasz, Terenziani 2, Tisato 10, Rajic 7. All.: Gonzalez Gutierrez

Arbitri: Passeri e Rinaldi

Terzo posto: Erice vince la finalina contro Mestrino. Una gara combattuta per un quasi 25 minuti ma, poi, le ragazze di Fernando Gonzalez Gutierrez allungano chiudendo un parziale decisivo a cavallo tra la prima e la seconda frazione.

Inizio soft per le due squadre poco agevolate dall’orario di gioco. Rajic prova a portare avanti le “Arpie” ericine, Stefanelli risponde. Modernell si esalta in porta ed evita la fuga di Mestrino. Jevremovic e Tisato mantengono le formazioni sul pareggio (5-5). Mestrino prova ad allungare ma Priolo risponde in contropiede, rendendo sempre più incerta la gara. Le giocatrici esprimono un’ottima pallamano: le pressioni sono molto basse e lo spettacolo è più che godibile. Al 21’ Tisato realizza portando le siciliane in testa. Bizzotto e Michalski, ancora in contropiede, riescono ad allungare sul +3. Terenziali e Bizzotti approfittano ancora dell’ottima difesa, la seconda fase è letale (13-18). Il primo tempo termina 15-20.

Erice inizia benissimo la seconda frazione andando in rapidità sul +8, 16 a 24. La formazione di Fernando Gonzalez Gutierrez è decisamente più fresca: Rajic e Priolo non hanno giocato la semifinale e ciò si nota nella freschezza. Nonostante la doppia superiorità numerica, Erice non allunga ulteriormente, la portiera Luchin chiude la saracinesca ma le venete in attacco non incidono e ciò agevola le “Arpie”. La gestione degli ultimi minuti è magistrale: la gara termina 28 a 35.

Archiviata la Coppa Italia, adesso testa al Campionato.