Lavoratori ex LSU e ATA in catene per il lavoro davanti alla Prefettura

“Siamo qui, come in tutte le province siciliane e a Roma davanti a Montecitorio, per ottenere nel più breve tempo possibile l’emananzione del decreto interministeriale che ci consentirà di essere internalizzati nelle scuole per i lavori di piccola manutenzione e pulizia, invece di essere utilizzati tramite cooperative esterne”.

Così i lavoratori ex LSU e ATA che stamattina, in adesione della protesta indetta dall’Unione Sindacale di Base, si sono presentati davanti alla sede della Prefettura di Trapani e in catene per sollecitare una rapida soluzione alla loro problematica, peraltro prevista da una apposita legge del 2018, e non rischiare di trovarsi tutti, a fine anno, senza lavoro.

Si parla di persone che lavorano nelle scuole da oltre 20 anni tramite gli appalti esterni aggiudicati alle cooperative. Adesso la normativa impone l’internalizzazione dei servizi e, a causa della crisi di governo, l’ultimo passaggio necessario, l’emanazione del decreto, non è stato ancora compiuto.