La Ztl a Trapani, tra traffico e locali penalizzati

Se da un lato la maggior parte dei commercianti non protesta per il provvedimento, dall'altro ci sono i cittadini che lamentano disagi nella circolazione e mancanza di parcheggi

Il centro storico di Trapani è tornato a vivere. Il passaggio in zona bianca della Sicilia e l’allentamento delle misure anti Covid19 hanno favorito la rinascita delle vie del cuore della città, che è tornato a popolarsi di persone che si concedono, dopo mesi di restrizioni, il piacere di una cena al ristorante o di una semplice passeggiata.

Tranquillità che – per gli automobilisti – è stata messa a dura prova da circa una settimana, dal momento in cui si sono ritrovati a fare i conti con la ZTL.

“Per i ristoratori – afferma Rosy Napoli, presidente di Associazione Ristoratori Trapanesi – non ci sono stati gravi ripercussioni. Grazie anche al sistema messo in atto che permette ai clienti di mostrare la prenotazione alla polizia locale o ai volontari della protezione civile affinché autorizzino l’accesso alle strade chiuse al traffico. Meno serena, invece, è la situazione per i ristoranti che si trovano in zona di Torre di Ligny che, specialmente durante la settimana, subiscono gli ingorghi causati dall’intenso traffico, restando isolati”.

Il provvedimento – disposto con delibera di Giunta – infatti è attivo nelle ore serali per tutto il periodo estivo e dispone la chiusura di alcune strade del centro al traffico veicolare. La delibera, fanno sapere dal Comune, è stata adottata per concedere maggiore suolo pubblico alle attività commerciali e per creare “spazi sicuri”, ma anche per evitare schiamazzi e garantire maggiore sicurezza.

“Il ripristino della ZTL – dice Fabrizio Orfeo direttore artistico e titolare de ‘La Giuditta’ e del ‘Dorian Gray’ – non ci ha penalizzati. Tuttavia, ci siamo ritrovati a raccogliere le lamentele dei nostri clienti che arrivano nei miei locali anche a tarda notte a causa del traffico e della mancanza di parcheggi. Costringendoli a trascorre molto tempo in macchina in attesa di trovare un posto dove sia consentito lasciare l’auto”.

A dire il vero, per molti locali del centro storico, come sottolinea anche Leonad Janko titolare de ‘Rakija’ e ‘Classique Bistrot &Cocktail’, “con l’entrata in vigore del provvedimento non si registrano problematiche legate alle chiusure. Il mio pensiero però va a tutti i commercianti che si trovano penalizzati dalla ZTL quando impedisce di fatto ai cittadini di raggiungere i loro locali. Creando un vero blocco della viabilità”.

Insomma, tra alti e bassi la ZTL è partita. Solo il tempo permetterà di capire se funziona o no.

Trapani Baskin Open Day, festa dello sport inclusivo [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Filippo Frisenda,  delegato regionale EISI
Imprese agricole e zootecniche potranno usufruire di deroghe in alcuni ambiti della Politica agricola comune
Sono i cinque indicati in sede di presentazione della candidatura e delle liste a sostegno di Quinci
Ottenuto il parere favorevole della Commissione Attività produttive dell'ARS
Uno strumento per avvicinare il pubblico, specie quello giovanile, alla conoscenza del Museo
Tre giorni all'insegna della cultura del mar, della musica e della gastronomia

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
La società del presidente Valerio Antonini completerà l'impianto per renderlo fruibile
A Trapani confermato il già commissario straordinario Ferdinando Croce