La rivoluzione rugbistica: finalmente anche a Trapani un campo completo [AUDIO]

Per la prima volta il Comune ha dato l'ok per l'istallazione temporanea dei pali all'ex Campo Coni

Potremmo dire: finalmente. Anche Trapani ha potuto ospitare un raggruppamento e una partita di rugby. Ieri, infatti, per la prima volta, sono stati montati i pali e tracciati con il gesso le linee all’interno del l’ex Campo Coni. Il Comune di Trapani ha concetto l’ok per l’istallazione temporanea della iconica H.

“È un passo molto importante – afferma la delegata provinciale del Coni Elena Avellone – con questo sport che è rinato tanti e tanti anni fa con delle valenze formative altissime: già venti anni fa ragazzi e ragazze giocavano assieme. È stato attivato anche tutti il movimento di istruttori. Oggi è un momento di gioia: avere un campo segnato, i pali che certificano la completezza e la possibilità di poter giocare al Campo Coni”. Numerosi i gruppi giovani che si sono sfidati sul campo in erba di Trapani. Presenti le formazioni di casa, di Marsala, di Palermo e di Ragusa.

Ascolta l’intervista a Elena Avellone:

“Siamo riusciti dopo tanti anni a far giocare una partita in casa ai nostri ragazzi – afferma Giovanni Manzo, presidente degli Elimi – , questo significa molto per noi e per gli stessi giocatori. Speriamo che questo sia soltanto l’inizio: il Campo Coni è perfettamente adatto alla nostra attività” Ascolta l’intervista audio: