La Guardia Costiera incontra i giovani del campo scuola dell’associazione “La Provvidenza” onlus

I militari della Guardia Costiera di Marsala hanno incontrato un gruppo di ragazzi, di
età compresa tra gli 10 e 13 anni, ospiti del campo scuola dell’associazione di
volontariato pubblica assistenza “La Provvidenza Onlus ANPAS” di Marsala.

Questa attività di informazione e sensibilizzazione a favore delle giovani generazioni,
posta in essere nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro” 2019, si affianca alla campagna
nazionale #PlasticFreeGC, per la promozione di percorsi di educazione ambientale in materia di lotta alla dispersione delle microplastiche nell’ambiente marino e costiero.

I ragazzi, dopo aver visto da vicino i mezzi nautici in dotazione al locale Ufficio Marittimo
– tra cui la motovedetta costiera CP 2114 – hanno toccato con mano, presso la Sala
operativa, gli strumenti di lavoro della Guardia Costiera effettuando, fra le altre cose,
comunicazioni via radio con i mezzi navali; è stata anche distribuita una brochure
con i consigli da seguire per vivere in sicurezza l’attività balneare.

Sono stati mostrati filmati sull’attività della Guardia Costiera e immagini delle operazioni eseguite nell’arco dell’ultimo anno a Petrosino e Marsala, tra cui la rimozione dai fondali di ingenti quantità di corpi morti abusivamente collocati. Grazie al gratuito patrocinio della società Krivamar i ragazzi hanno anche potuto effettuare un tour guidato all’interno della Riserva Naturale Orientata “Isole dello Stagnone” e hanno potuto apprezzare la bellezza di questo straordinario e unico ecosistema marino-costiero tanto fragile e delicato.

I giovani partecipanti all’incontro, potenziali frequentatori del mare nel corso della stagione estiva, sono stati sensibilizzati nel seguire le regole dell’educazione civica del mare e del rispetto
dell’ambiente perchè, solo con la consapevolezza delle nuove generazioni, è possibile
vivere e tutelare il mare in tutta serenità, con il personale della Guardia Costiera sempre
pronto a garantire la corretta fruizione del mare e lo svolgimento in sicurezza delle attività
ludiche e ricreative ad esso collegate.