Il rosone e la cucina… ricette di cultura trapanese! [AUDIO]

Oggi il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida presentando in anteprima il logo di “Trapani Capitale italiana della cultura 2021 scrive:
“Ecco il logo per Trapani Capitale italiana della Cultura 2021
Tanta gente che in tanti posti fa tanti piccoli passi può cambiare il mondo. Iniziamo dalla Città che vogliamo!... ripartiamo da qui!”

“Dal programma di governo e dalla promessa del massimo impegno per “togliere” ANCHE la polvere che copre la bellezza storico – culturale di questa città. Dobbiamo tutti rimboccarci le mani ed insieme aiutare il vento di scirocco anche a spazzar via l’oblio e la rassegnazione. Riteniamo che da questa, e in questa “periferia”, riparta la speranza di costruire ponti e non di alzare muri, inizia l Italia e l’Europa. Sogni, visioni? No storia!
Ed ecco il primo contributo da parte dei nostri giovani: il logo di Trapani Capitale delle Culture euromediterranee
Prendendo ispirazione dal rosone della Chiesa di Sant’Agostino, simbolo della nostra Trapani, si è ideato un logo con un movimento dinamico di archi incrociati che simboleggiano l’interconnessione delle culture mediterranee in una armoniosa trama di visioni e tradizioni, simbolo delle culture che sono approdate nella nostra terra lasciando testimonianza e tracce ancora visibili.”

Qualche settimana fa delle interconnessioni di culture che sono raffigurate nel rosone ed in tanti altri simboli presenti nella chiesa di Sant’Agostino di Trapani ne parlò l’architetto Luigi Biondo in questo modo:

Oggi invece, in tema di cultura, a Palazzo D’Alì il Comune di Trapani ha incontrato i ristoratori del comprensorio perchè anche dalla cultura gastronomica passano le eccellenze e la storia del nostro territorio. Ne abbiamo parlato nella quarta edizione del #trapanisìgierre di oggi con le interviste di Francesco Tarantino all’assessora al turismo di Trapani Rosalia d’Alì ed allo chef Peppe Giuffrè. Per ascoltare schiaccia PLAY.