Insediato il neo Consiglio comunale di Marsala, Sturiano fa il tris

Si è svolta stamane la prima seduta del neo Consiglio comunale di Marsala per il quinquennio 2020-2025. Ventidue dei ventiquattro consiglieri eletti nei giorni 4 e 5 ottobre scorsi, hanno preso possesso della carica istituzionale: il consigliere Mario Rodriquez si è insediato in sostituzione del sindaco uscente Alberto Di Girolamo.

Unico assente, per motivi di salute, Andrea Marino che s’insedierà nei prossimi giorni. A presiedere i lavori che, successivamente, hanno portato alla sua rielezione alla massima carica di Palazzo VII Aprile, è stato Enzo Sturiano. Per la terza volta consecutiva, Sturiano è stato eletto presidente del Consiglio comunale di Marsala. Era già avvenuto nel 2012 e nel 2015. A favore del neo presidente hanno votato 19 su 23 consiglieri presenti.

“Sono particolarmente emozionato – dice Sturiano – per la fiducia datami dai colleghi. Farò di tutto per non deluderli. Dall’unità fra sindaco, Giunta e Consiglio non può che derivarne benefici per la nostra città e i suoi abitanti con la conseguenze crescita sociale ed economica del territorio. Presto – continua – cominceremo a lavorare agli atti propedeutici al Bilancio di Previsione. La città ha infatti bisogno di voltare pagina, soprattutto in periodo così delicato e difficile caratterizzato dalla pandemia”.

Il sindaco Massimo Grillo durante il discorso per il giuramento afferma: “Oggi prende ufficialmente il via il recupero di un rapporto democratico fra le istituzioni che deve dare certezze alla città, soprattutto ai giovani, considerato che hanno votato tante persone in meno rispetto a 5 anni fa. Per far ciò bisogna lavorare insieme, e a tal riguardo rivolgo un invito alla minoranza. Un saluto lo porgo al sindaco uscente, Alberto Di Girolamo, di cui avrei auspicato la presenza in Consiglio comunale. Auguro – conclude – che possa presto essere attuata una ristrutturazione dei movimenti che mi hanno supportato nella corsa campagna elettorale e con cui mi relazionerò per ascoltare proposte e osservazioni”.

Il primo cittadino rivolge anche un’accenno alle priorità che l’Amministrazione è chiamata ad affrontare.
“Abbiamo ereditato una situazione non facile della quale parleremo nel corso di un apposita conferenza stampa e sulla quale poi non ritorneremo più. Ci troviamo a fronteggiare – prosegue Grillo – una grave crisi economica, l’emergenza covid, l’assenza del Bilancio, il problema dei rifiuti e ancora un’adeguata organizzazione del servizio di Protezione Civile. E non bisogna dimenticare la grave carenza della classe dirigenziale al Comune. Con gli assessori ci siamo già messi al lavoro e sul problema rifiuti abbiamo già concordato di realizzare un primo esperimento nel quartiere popolare di via Istria dove collocheremo un’isola ecologica sospendendo temporaneamente la raccolta porta a porta. Sull’ospedale Paolo Borsellino e sulla sua intera conversione in Covid Hospital – conclude – al momento non vi sono rischi di totale ctrasformazione, in ogni caso, sarà mantenuto secondo le assicurazioni dell’assessore Razza, il Pronto Soccorso”