Ingroia si candida a sindaco di Campobello. Movimento 5 Stelle, nessuna lista: “No ad appoggio”

Nel corso di una conferenza stampa, Antonio Ingroia, ex magistrato antimafia, ha accettato la candidatura a sindaco della città di Campobello di Mazara. L’invito alla candidatura era arrivato nelle settimane precedenti dal comitato di cittadini e movimenti “Cambiamo Campobello” formata da liberi cittadini tra i quali Tommaso Di Maria – Portavoce Consigliere Comunale Movimento 5 Stelle, Giuseppe Calcagno – Movimento Centopassi, Giuseppe Fazzuni – ex Sindaco di Campobello di Mazara, Michele di Melchiorre Azione Civile e Antonino Gulotta del Movimento Liberi per Cambiare.

“Cambiare Campobello può diventare un modello nazionale. Un modello virtuoso, e può essere il modello di una politica virtuosa, cioè il contrario di quello che è stato fino ad oggi. C’è chi ha già iniziato a fare campagna elettorale attraverso l’esercizio della amministrazione comunale”. Con queste Antonio Ingroia, ex magistrato antimafia ha accettato la candidatura a primo cittadino.

La presenza di Tommaso Di Maria ha portato molti a pensare che il Movimento 5 Stelle potesse appoggiare in toto la candidatura ma una secca smentita è arrivata direttamente dal senatore Vincenzo Santangelo.

“Il Movimento 5 Stelle non presenterà nessuna lista e non sosterrà Antonino Ingroia né altri candidati sindaci per le elezioni amministrative di Campobello di Mazara. Il consigliere uscente del MoVimento 5 Stelle, Tommaso Di Maria, sta facendo delle scelte personali che non sono state avallate dal Movimento 5 Stelle”.

Dello stesso avviso anche i facilitatori regionali per le relazioni interne del Movimento 5 Stelle, la Portavoce in Parlamento Angela Raffa e il Portavoce all’Ars, Antonio De Luca. Secondo la deputata del Movimento 5 Stelle “La condivisione di un progetto per le elezioni amministrative passa sempre da un ampio confronto sui programmi e le cose da fare. Queste fughe in avanti, questo voler abusare del nostro simbolo e del nostro nome, è francamente sconfortante. Tutte le liste che il Movimento 5 Stelle presenta alle elezioni amministrative sono pubblicate, con largo anticipo, online sul nostro sito. È visibile a chiunque anche il curriculum di ogni candidato. I cittadini hanno il diritto di conoscere e approfondire le competenze di coloro che si candidano. Noi abbiamo sempre combattuto il voto clientelare. Dobbiamo imparare a premiare il merito”.

Dello stesso tenore le dichiarazioni del deputato all’Ars, Antonio De Luca: “Nessuna autorizzazione all’utilizzo del simbolo è stata concessa sul territorio di Campobello di Mazara. L’adesione del consigliere comunale uscente M5S alla lista che vede Ingroia candidato sindaco, è stata fatta a titolo puramente personale e probabilmente ha ingenerato in alcuni la convinzione che il Movimento avesse aderito al progetto amministrativo di Ingroia. Nulla di più lontano dalla realtà. Nessun test in atto, nessun modello da esportare. È probabile che nel prossimo futuro, magari già dalla prossima tornata elettorale, il Movimento 5 stelle partecipi nei comuni con meno di 15.000 abitanti con il proprio simbolo all’interno di liste che raccolgano anche altre sensibilità, ma ancora non sono state individuate quelle formule di partecipazione che dovranno garantire il rispetto dei principi e dei valori di cui siamo portatori e a cui non intendiamo rinunciare” ha concluso.