Ingresso a locale vietato a migranti, il sindaco di Marsala: “Siamo indignati, avviate verifiche con la Polizia Municipale”

“L’episodio di cui veniamo a conoscenza circa il mancato ingresso ieri sera all’Antico Mercato da parte di un gruppo di giovani extracomunitari, ci dispiace e ci amareggia molto. E’ un episodio che non contiene sfumature da interpretare e che, dopo averne osservato il video, che in queste ore circola sui social, condanniamo senza se e senza ma”.

Così il sindaco di Marsala Alberto Di Girolamo prende posizione sull’episodio avvenuto nella città lilibetana. “Viviamo in un momento storico particolarmente delicato – prosegue il primo cittadino – in cui esprimersi con chiarezza, senza lasciare adito a fraintendimenti, affinché sia chiaro il proprio pensiero e non venga strumentalizzato in nessun caso, è più importante che mai. Vorremmo che non si verificasse mai più un episodio del genere nella nostra città e che non fosse necessario stigmatizzare alcun comportamento, come tocca fare invece oggi”.

Il sindaco annuncia di aver inviato il video alla Polizia Municipale “per i dovuti accertamenti, in seguito ai quali prenderemo gli eventuali provvedimenti del caso”. “Per il momento – conclude Di Girolamo – voglio rassicurare quanti leggono e si sono indignati per quanto verificatosi: Marsala crede nell’accoglienza e condanna discriminazioni di qualunque tipo”.

Intanto, secondo quanto riportato dal giornale online Itacanotizie.it, i gestori avrebbero motivato l’atteggiamento degli addetti alla sicurezza come una necessità momentanea per limitare l’afflusso di avventori nei locali nel rispetto delle attuali disposizioni anti Covid-19. Nel video diventato virale, però, si vede che, mentre i migranti vengono fermati, altri ragazzi “bianchi” entrano tranquillamente nell’area dell’Antico Mercato.