Incendio al Parco archeologico di Segesta, lo scontro diventa politico

«La vegetazione bruciata attorno al tempio di Segesta è l’immagine plastica della devastazione provocata dagli incendi di ieri. Difficile trovare le parole per descrivere lo sconforto che si prova percorrendo i sentieri del nostro parco archeologico».

Così s’è espressa ieri la deputata regionale Cristina Ciminnisi (M5S) dopo un sopralluogo informale presso il parco archeologico di Segesta, una delle molteplici aree che ieri in Sicilia sono state percorse dalle fiamme.

«Il tempio per fortuna è salvo, così come il teatro e i principali reperti custoditi nel parco. Il punto di ristoro è totalmente distrutto, alberi e piante ridotti a cenere – racconta la deputata –. Ringrazio personalmente il direttore del parco, Luigi Biondo, tutto il personale e gli operatori del servizio antincendi boschivi che si sono adoperati per tutelare il sito e difenderlo dalle fiamme. Ora però bisogna rimboccarsi le maniche, anche a livello istituzionale. La stagione teatrale è agli esordi e va salvata, così come è urgente garantire l’accesso in sicurezza ai turisti nel pieno della stagione».

«Le temperature torride, effetto dei cambiamenti climatici, non possono essere un alibi – conclude Ciminnisi –. L’Assessore ai Beni Culturali, Scarpinato, e il governo Schifani non potranno rimanere silenti e indifferenti davanti agli incendi che in queste ore hanno messo in ginocchio la nostra isola: o si inverte la rotta sulla prevenzione, oppure continueremo tutti gli anni a leggere il solito, tragico bollettino. Non è più differibile, in quest’ottica, la riforma generale del comparto Forestale e antincendio, e un piano regionale aggiornato alle ricorrenti condizioni climatiche-ambientali che non sono più emergenza, ma una nuova normalità cui dobbiamo essere preparati».

Quando Turandot, senza musica e salsiccia… tifa Spagna [AUDIO]

Ne abbiamo parlato con Natale Pietrafitta dell'Ente Luglio e Massimiliano Mazzara di Trapani Food Fest
La presidente di "Nessuno tocchi Caino" sottolinea anche la mancanza di poliziotti penitenziari in servizio
Accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, era stato assolto dalla Cassazione nel 2023
Si spazierà tra proposte differenti che vadano incontro a pubblici diversi, tra teatro, musica e danza
Fondato nel 1991, per iniziativa di Antonio Sottile, ha preso parte a centinaia di concerti e manifestazioni artistiche in Italia e in Europa
Il teatro si colorerà di un immersivo fuoco "buono" che assale le colonne, si inerpica e tinge il tempio di rosso. Le repliche si terranno il 16, 17 e 18 luglio
Inaugurazione il 21 luglio, alle ore 19:00, con il concerto "Capo Verde in Musica Jerusa Barros 4th” presso il teatro a mare “Pellegrino 1880”
Dal 17 al 19 luglio in corrispondenza di un passaggio a livello

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
Focus su libertà d’espressione ma anche su libertà dalla povertà e libertà dalla paura della guerra
Primo appuntamento della rassegna letteraria giovedì 18 luglio al Teatro comunale di Valderice
Ne abbiamo parlato con Natale Pietrafitta dell'Ente Luglio e Massimiliano Mazzara di Trapani Food Fest