Handball Erice: la Coppa conferma che la strada è quella giusta

Adesso testa al campionato: bisogna consolidare il quarto posto e cominciare a pensare ai playoff

La Coppa Italia va archiviata: l’Handball Erice torna da Salsomaggiore Terme con la consapevolezza che in campionato potrà dire la sua.

Una vera e propria enfant terrible: dopo il debutto in A2 e la promozione nella massima serie, la formazione ericina nella stagione in corso ha dimostrato di potersi confrontare con qualsiasi formazione. In Coppa la sconfitta è arrivata solo contro Salerno, corazzata del campionato.

La finalina vinta contro Mestrino dà fiducia. Le “Arpie” sono stabilmente nelle prime quattro posizioni che permetterebbero l’accesso ai playoff, obiettivo ormai dichiarato. Salerno, Südtirol, Oderzo ed Erice sono racchiuse in quattro punti.

La quinta in classifica, Pontinia, è a ben 8 punti di distanza: difficilmente potrà rientrare e tutto sembra già scritto. Sebbene sia arrivata la sconfitta in Coppa, Erice ha ancora una striscia vincente di 9 gare aperte: l’arrivo dell’allenatore Fernando Gonzalez Gutierrez e della terzina Sladjana Perazic hanno cambiato il ritmo della stagione.

Le nuove idee dello spagnolo hanno rinvigorito le ericine e Perazic è diventata una delle più temibili marcatrici del Campionato. Antonella Coppola, che fino ad ora ha realizzato 76 reti, ha trovato la perfetta compagna per un tandem imprevedibile.

Coppola è più tecnica, Perazic più potente e i ritmi molto veloci imposti dall’allenatore esaltano le due. Ma parlare di singoli, anche in questo caso, non è facile: ottime sono state le prove di Benincasa, Terenziani, Rajic e Michalski.

Sabato prossimo le neroverdi non scenderanno in campo: la gara con Salerno è stata rinviata viste le numerose assenze per Covid delle campane. Mancano nove gare al termine della regular season e le “Arpie” possono solo crescere. Questa squadra può, decisamente, togliersi tante soddisfazioni.