Guasto Siciliacque, è emergenza idrica in provincia

Allarme acqua. Siciliacque ha ridotto del 25 per cento la portata della fornitura idrica in diversi comuni a causa di un guasto all’adduttore, riparabile soltanto con un pezzo di ricambio che attualmente non è disponibile.

Il Comune di Trapani avvisa che si potranno verificare disagi nell’erogazione idrica cittadina che potranno protrarsi anche nei prossimi giorni. I tecnici del servizio idrico del Comune stanno in ogni caso valutando soluzioni alternative per la normalizzazione dell’erogazione idrica dalle fonti di captazione di Bresciana.

Il disservizio ha creato malumori raccolti dall’associazione ASVITUR. «Accolgo in questi giorni tantissime lamentele di una parte degli abitanti del centro storico – afferma Giacomo Li Causi -, in questo caso di quelli residenti in via Regina Elena che, incredibilmente ancora una volta rimangono a secco di acqua. Nessun avviso da parte di nessuno, nessuna comunicazione, solo le taniche vuote e la speranza che da un momento all’altro arrivi acqua a casa. Una situazione surreale – continua il rappresentate di ASVITUR – visti gli inviti continui, dovuti al diffondersi del pericoloso virus Covid 19, a lavarci continuamente le mani. E allora noi abitanti di via Regina Elena ci uniamo al grido di “Se l’acqua ce la mandate saremo tutti contenti non solo di lavarci le mani, ma con essa di fare tutto il resto”».

Anche a Paceco i disservizi: «Si prospetta una quantità di acqua ridotta del venticinque per cento anche nelle erogazioni dei prossimi giorni – sottolinea Giuseppe Scarcella – ; stiamo quindi predisponendo il ricorso a misure alternative di approvvigionamento, anche attraverso un servizio di autobotti, per fronteggiare i disagi derivati da questa situazione».

Nei giorni passati anche il Comune di Erice aveva avuto difficoltà diramando nel weekend un avviso alla cittadinanza sempre a causa di un distacco da parte di Siciliacque.

Tre giorni fa, invece, una rottura della condotta ha creato disagi a Marsala: gli abitanti del centro urbano, della via Trapani e per una parte della zona lidi Sud hanno avuto disagi nell’approvvigionamento idrico. La causa è stata una rottura della condotta principale dell’acqua (quella da 400 in vetroresina) verificatasi in contrada Fornara. Nello specifico il danno ha interessato la conduttura che porta l’acqua dai pozzi di Sinubio alla centrale di smistamento di piazza Caprera.