Festività per Sant’Alberto, due eventi “fuori” dal programma ufficiale

Si terranno il 6 e il 7 agosto 2020, due momenti straordinari fuori programma delle festività patronali di Trapani, voluti dai padri Carmelitani per le numerose richieste giunte dai fedeli desiderosi di onorare il Santo Patrono della Città in modo più solenne.

Domani 6 agosto 2020 alle ore 21.15 nella villa Pepoli, davanti l’ingresso del Santuario della Madonna di Trapani, ci sarà l’evento “ALBERTO: TRAPANESE VISSUTO NELLA SANTITÀ”.

Attraverso 11 quadri viventi si racconterà la vita del Santo Patrono. Un momento culturale che ci farà conoscere di più chi era e cosa ha fatto l’amato Sant’Alberto.

I quadri viventi saranno realizzati dal gruppo storico della Trapani Medievale, con la direzione artistica del maestro Claudio Maltese. La statua reliquiaria di Sant’Alberto sarà esposta in Basilica per la venerazione dei fedeli fino le ore 23.

Venerdì 7 agosto, dopo tutte le celebrazioni ufficiali in programma, alle ore 21,30 la statua reliquiaria di Sant’Alberto resterà in Basilica per la venerazione dei fedeli fino alle 23. Mentre dentro la Villa Pepoli ci saranno i Musici e Sbandieratori Real Trinacria Trapani-Erice che, durante la serata, si esibiscono nelle loro coreografie di ritmi e sbandierate, intercalate dai racconti storici all’antica festa di Sant’Alberto che dal 1624 ad oggi si svolge in città, pur con tanti cambiamenti. Alle 23 si chiude la venerazione alla statua reliquiaria, con lo scampanio finale e la locazione della stessa nella cappella del Santo Patrono. Per motivi sanitari questo ultimo atto dell’anomala festa 2020 si farà in forma privata.