Energia ed acqua, Ciminnisi (M5S): “Neppure un euro per efficientemento energetico e tempi lunghi su dissalatore”

"La politica del Governo di centrodestra penalizza la provincia di Trapani"

«Il Governo Regionale di centrodestra non destina neppure un centesimo di euro alla provincia di Trapani per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici pubblici previsti dal Fondo di Sviluppo e Coesione 2021-2027». Lo denuncia la deputata regionale trapanese del M5S, Cristina Ciminnisi, che oggi, nella qualità di vicepresidente, ha presieduto i lavori della Commissione UE per valutare gli effetti degli interventi di competenza Assessorato dell’energia e del Dipartimento acqua e rifiuti.

«Una esclusione paradossale e assolutamente discrezionale – commenta Ciminnisi – a fronte di un utilizzo del territorio che fa del Trapanese un vero e proprio hub di produzione di energia rinnovabile. Considerata l’assenza di individuazione di aree idonee e non idonee, il territorio trapanese paga attualmente un tributo altissimo in termini di sacrificio di aree agricole e di interesse paesaggistico per la produzione di energia dall’eolico e dal fotovoltaico, eppure il Governo regionale ha scelto di non riconoscere alcun vantaggio energetico per i nostri Comuni e i nostri edifici pubblici. Su 67 milioni di euro neppure un centesimo; sebbene progetti di efficientamento energetico siano stati redatti e inviati alla Regione dai Comuni trapanesi».

Anche dal fronte acqua non giungono buone notizie: il dissalatore di Trapani non tornerà presto in funzione. «II Dipartimento Acque ha confermato il crono programma che prevede il completamento delle opere nel 2029. Quindi – si chiede la vicepresidente della commissione UE – di cosa parla il presidente Schifani quando promette che il dissalatore di Trapani sarà pronto nel 2025?».

La deputata trapanese sulla questione dissalatore aggiunge: «Al sindaco Tranchida suggerisco cautela nell’accogliere le facili promesse del presidente della Regione. Il dissalatore potrebbe non essere “imprescindibile per superare l’attuale crisi”. Non solo non lo sarà per i tempi, alla luce del crono programma indicato dagli uffici, e perché non sappiamo affatto cosa sarà pronto nel 2025, ma non lo sarà neanche a livello quantitativo, perché l’acqua prodotta dal dissalatore (200 l/s destinati al sovrambito e non alla sola città di Trapani, ndr) sarà veramente poca cosa rispetto al reale fabbisogno». Complessivamente su energia, acque e rifiuti i fondi FSC 2021-2027 da impiegare in Sicilia ammontano a 1.961.815.993,24 euro.

Tari, ecco come e perchè aumenta per i Trapanesi [AUDIO]

Ce lo spiega Alberto Mazzeo, assessore al Bilancio e alle Finanze del Comune di Trapani
Ce lo spiega Alberto Mazzeo, assessore al Bilancio e alle Finanze del Comune di Trapani
Il femminicidio avvenne il 24 dicembre 2022 a Marinella di Selinunte
L'episodio è avvenuto nella notte tra il 25 e il 26 giugno scorso
L'episodio è avvenuto lo scorso anno vicino al Canile comunale
Il 23enne centrocampista arriva da svincolato
Il playmaker statunitense proviene da Rio Breogàn, squadra militante nel massimo campionato spagnolo
Sabato sera si è svolto il quarto appuntamento della rassegna concertistica, arricchito da aneddoti e racconti
La manifestazione si protrarrà fino al 28 luglio
Lo hanno siglato il questore Giuseppe Peritore e la presidente Aurora Ranno

Due ricette con gli gnocchi

Torna Mangia sano con Federica, il blog della dietista Federica Tarantino

Vita di un conduttore radiofonico notturno

La notte non è fatta solo per dormire e sognare, durante la notte tutto ha un sapore diverso. E la notte la radio ha...

Bentornata Serie A

Riposte bandiere e striscioni, asciugati i sudori, proviamo a riavvolgere il nastro di questa stagione
"Con le mie ali, trovare sé stessi, cambiare il mondo" vuole essere un’indagine sui cambiamenti di prospettiva del mondo giovanile
Una storia grottesca, quasi incredibile, di piante, divieti di sosta e sfabbricidi. Per fortuna a lieto fine