#EmergenzaBirgi – Tra appelli e polemiche verso la manifestazione di sabato

Si scaldano gli animi, sembra tutto pronto per la manifestazione che si svolgerà sabato prossimo presso l’Aeroporto di Trapani.

Birgi, per una giornata, diventa il centro del mondo politico della provincia con Giuseppe Guaiana, presidente del Consiglio del capoluogo, che suona la carica.

“Il Freeze Mob – afferma il presidente Guaiana –  organizzato per domani, alle ore 11:00 presso la sala attesa dell’Aereoporto “Vincenzo Florio” di Trapani, rappresenta una spinta ancora più forte da parte di tutti noi, Rappresentanti dei Cittadini, verso la politica regionale, al fine di arrivare ad una rapida soluzione che possa garantire la sopravvivenza del territorio trapanese”.

Guaiana insiste spingendo le altre amministrazioni a partecipare: “Rinnovo l’invito a tutti gli amministratori, registrando anche il grande tam-tam mediatico che la manifestazione sta creando, ad essere presenti in massa. L’operatività dell’aeroporto di Birgi potrebbe essere ormai la sola svolta economica e culturale che resta ai Cittadini della Provincia per guardare al futuro”.

Sarà sicuramente presente il comitato “Se Volo Voto” con la petizione da 43 mila firme. Numerose le polemiche degli ultimi giorni. Tranchida ha denunciato Musumeci. Lo ha reso noto lo stesso primo cittadino di Trapani che ha presentato un esposto-denuncia all’autorità giudiziaria.

“Ho contestato – afferma Tranchida – inerzia e miope visione strategica nel settore in passato al governatore Crocetta, non ho fatto sconti con la melina a Orlando ne posso oggi farli, dopo ben 9 mesi senza che nulla di nuovo partorisca, all’attuale Presidente della Regione. Tanto porta quest’ultimo minacciosamente a considerarmi indegno?!”

Ed è proprio quel termine, “indegno”, che ha scatenato le ire di Tranchida.

Ieri, la coordinatrice provinciale di Diventerà Bellissima Giulia Ferro, ha inviato agli organi di stampa una nota che stigmatizzava la “vergognosa strumentalizzazione politica” di Tranchida.

“Il suo – scrive Ferro -, probabilmente, è un tentativo inutile, perché davvero senza alcuna possibilità di riuscirvi, di far dimenticare le reali responsabilità politiche di chi negli anni passati ha determinato la grave crisi dello scalo di Birgi”.

Critico anche il segretario del Partito Democratico Francesco Brillante che difende il sindaco Dem.

“Con stupore apprendo che per alcuni rappresentanti di partiti oggi al governo regionale, la resistenza a bieche offese mal riposte diventi strumentalizzazione politica. Pare che lo stile offensivo instaurato da Salvini attecchisca bene in una certa area politica”.