Durante incontra le imprese del territorio

Gli incontri con gli imprenditori ed i lavoratori dei comparti agricolo e ittico, con gli imprenditori e i lavoratori del settore edilizio, stanno caratterizzando la campagna elettorale di Davide Durante, candidato nella lista del Cantiere Popolare al rinnovo del Parlamento regionale nelle elezioni del prossimo 28 ottobre.

“Semmai ce ne fosse stato di bisogno – dice Davide Durante – dalla viva voce di chi ogni giorno fa i conti con la crisi ho avuto modo di raccogliere elementi utili a potere dire che da questa crisi si può uscire. Imprenditori e lavoratori dei diversi settori nonostante tutto continuano a mostrare grande volontà e grande impegno, mostrano profonda consapevolezza che dalla crisi non si esce senza che ognuno metta qualcosa del suo, ma pretendono a giusta ragione che le scelte che la politica regionale dovrà fare dovranno essere eque, senza equità avremo una Regione che procederà a diverse velocità e alla fine così non si potrà certo andare da nessuna parte”.

Intanto domani alle 21 il candidato Davide Durante sarà a Pantelleria per incontrare gli elettori dell’isola presso il circolo Columbus. La giornata di domani sarà caratterizzata anche da altri appuntamenti sempre sull’isola con diverse categorie produttive.

“Con gli abitanti di Pantelleria – dice Durante –  l’impegno che prendo è quello di continuare ad amare quest’isola e di battermi affinché quel gap che divide l’isola dal resto della Sicilia venga eliminato. La chiave e la soluzione di tutto si può sintetizzare nel “sistema dei trasporti” che per un’isola sono un bene pubblico essenziale, esattamente come la sanità e la scuola. Vivo sulla mia pelle i disagi di Pantelleria. Ho vissuto quello dell’aereo che non parte perché il tempo è brutto, ho vissuto quello della nave che dopo sei ore di viaggio, quando la meta sembra essere stata raggiunta, torna indietro perché non riesce ad attraccare. Ho vissuto, anche la crisi determinata da un malore per il quale è necessario essere trasportati con l’elisoccorso a Palermo”.

“A proposito della scuola, anche su questo punto credo ci sia molto da dire con questo via vai di insegnanti che si susseguono privando i ragazzi di quella continuità che è necessaria per un percorso di studi sereno. Mi scoraggia molto, però, lo stato di sconforto degli abitanti di Pantelleria, molti dei quali hanno deciso di non andare a votare o di consegnare le schede elettorali. Io chiederò loro di non farlo, perché i loro sacrosanti diritti vengano tutelati”.

(Ufficio stampa)